Beppe Sala sulle periferie: "Milano orgogliosa e piena di energia. Possiamo farcela"

Il primo cittadino ha definito il percorso per migliorare la vita di chi non abita in centro "lungo ma fattibile"

Beppe Sala

"Sarà un percorso lungo noi sappiamo che siamo sulla strada giusta. Ci vorrà del tempo ma certamente non manca l'energia e la volontà". Queste le parole del sindaco di Milano, Beppe Sala sulle periferie milanesi, durante la veglia di preghiera interreligiosa del 13 febbraio, promossa dalle parrocchie del quartiere Gratosoglio e svolta alla presenza dell'arcivescovo Mario Delpini.

"A Milano conosciamo la cultura dell'alleanza, del lavorare assieme e soprattutto del dialogo interreligioso che è nella tradizione della nostra città - ha continuato il primo cittadino -. La veglia è fatta di luce e di speranza e io credo che la luce siamo tutti noi, componenti di questa Milano che continua ad andare avanti e che crede nei valori veri della solidarietà, della speranza e della pace."

"Credo che in questo momento in cui alle volte c'è un certo disorientamento, noi milanesi non stiamo perdendo la giusta via. - ha proseguito il sindaco -. Sappiamo che il percorso da fare è ancora molto lungo, siamo in una delle cosiddette periferie di Milano, in un quartiere che merita certamente di più e sappiamo nei nostri umani limiti che dobbiamo dare a tutta la città ciò che merita".

Definendo Milano una città determinata, Sala ha poi concluso dicendo: "L'orgoglio non è una brutta cosa: fa moltiplicare la forza e l'energia. Questa città è carica di energia, basti pensare che il 10 per cento dei milanesi fa volontariato, un vero record europeo. Milano non è solo la città celebrata dei record ma è la città dove tutti si danno una mano e cercano di fare la loro parte. Lo dico senza retorica perché è quello che vedo girando per la città. Diamoci tutti una mano e insieme percorriamo questo percorso che non può che essere un percorso di pace e di miglioramento delle condizioni di vita di tutti".

Lo scorso 5 febbraio il sindaco milanese aveva dichiarato di considerare prioritari i progetti per migliorare le condizioni di vita di chi vive nelle periferie cittadine. Anche la riapertura dei Navigli, piano promosso dalla sua giunta, secondo quanto affermato dal primo cittadino viene dopo le periferie. A fine gennaio invece il vicepremier Matteo Salvini aveva accusato Sala proprio di aver trascurato le zone periferiche di Milano e di essersi concentrato solo sul centro città.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Il Sindaco si ricorda delle periferie solo quando si avvicinano le elezioni, poi il nulla. In questi anni è diminuita anche l'ordinaria manutenzione. Rifacimento stradale, quando capita, cartelli abbattuti impiegano 6 mesi per essere rimosse (non rialzati) etc etc. Ma per buttare soldi per l'aria B (costo 12,8 milioni) i soldi ci sono. Per fare la fermata gay sulla rossa (avevano un contratto con Nike per la fermata e hanno dovuto rinunciare a 100 000 euro, salvo denunce future) i soldi ci sono...come si dice a Milano: l...r!

  • Caro Salah io una mano te la darei... In faccia e con molta violenza!

  • abito in via zamagna case popolari zona San Siro............. le cose sono due: - o beve e si droga di brutto. - oppure e cerebroleso e incompetente per ricoprire la carica di sindaco di Milano........ a Voi la scelta..........

    • caro sindaco ,l'unica cosa che hai fatto per migliorare la vita a chi vive in periferia è stato obbligare (chi ovviamente non può permetterselo) la gente a cambiare auto per seguire le ridicole normative della classi******zione dei motori.(chiamasi obsolescenza programmata). stranamente il tutto coincide con l'aumento del biglietto Atm..migliorare la vita non mi sembra che sia appiedare la gente e spremergli il portafoglio!

  • Ma nelle periferie ha portato giusto l'area B! Residenti zona sud-est ringraziano per aver risolto la piaga del boschetto della droga, tutto come prima, ma ora ci sono i cartelloni con la mano insanguinata e droghe sul palmo... pubblicità forte, di impatto, infatti è tutto come prima...ma risolveranno ...sicuro poi ci sono le Olimpiadi ahahah

    • Giusto Michael, più che stanno facendo, si stanno facendo!

  • siamo abbandonati dal comune senza controlli

  • le periferie di Milano sono insicure pericolose

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

  • Omicidi

    La cena, la lite e la "lotta" in casa: Roberta, uccisa dal fidanzato conosciuto 5 mesi fa

  • mobilità

    Apre il parcheggio della M2 Abbiategrasso: dentro Area B, off limits per auto inquinanti

  • Cronaca

    Milano, presi i banditi che volevano sparare agli imprenditori: "Mi sistemo, poi mi sposo"

I più letti della settimana

  • Incendio bus sulla Paullese: autista dirotta e dà fuoco al mezzo: "Voglio vendicare i morti in mare"

  • Milano, a CityLife il tiramisù più lungo al mondo: pronte 15mila porzioni in omaggio

  • Incidente a Buccinasco, auto pirata investe famiglia e fugge: 4 bimbi travolti, tre sono gravi

  • Meningite, morta Federica: ragazza di 24 anni

  • Senza biglietto, non scendono e bloccano il treno: "Siamo ambasciatori fuori da giurisdizione planetaria"

  • Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

Torna su
MilanoToday è in caricamento