menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza Fontana, commemorazione ridotta per Covid

Il programma del 12 dicembre: presidii in piazza ma nessun corteo

Il cinquantunesimo anniversario della strage di piazza Fontana, il 12 dicembre, apparirà "sottotono" nelle dimensioni, perché in tempo di Covid occorre rispettare le rigide regole che, peraltro con la Lombardia ancora in zona arancione, porteranno a una manifestazione a numero ridotto. Ma il trasporto emotivo sarà lo stesso di sempre.

Nessun corteo, è invece previsto un presidio - statico e distanziato - tra le 16 e le 17, con il minuto di silenzio alle 16.37, e la lettura dei nomi delle vittime. Il circolo anarchico Ponte della Ghisolfa, quello in cui militava Giuseppe Pinelli, ha annunciato un altro presidio alle 18, durante il quale si susseguiranno interventi in ricordo degli anarchici inizialmente accusati della strage, tra cui Pietro Valpreda e lo stesso Pinelli, e di Saverio Saltarelli, che nel 1970 venne ucciso da un lacrimogeno durante una manifestazione proprio in commemorazione della strage. Il pomeriggio in piazza inizierà però alle 14 con letture e lezioni sul 1969: previsti anche gli interventi delle figlie di Pinelli e della giornalista Benedetta Tobagi. 

Nel 2019, in occasione del cinquantesimo anniversario, era presente a Milano il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che aveva ncontrato le vedove di Pinelli e dell'allora commissario Luigi Calabresi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento