menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pirellino e Torre Botanica, il nodo del bonus di volumetrie: potrebbe saltare il ponte-serra

Se il Comune non darà il via libero definitivo

L'entusiasmo che ha accompagnato la presentazione del nuovo Pirellino, firmato da Diller Scofidio + Renfro (DS+R) e Stefano Boeri Architetti, rischia di smorzarsi di fronte alla possibilità che non tutto il progetto venga realizzato. Lo scontro sul recupero urbanistico tra Comune di Milano e Regione Lombardia, infatti, è centrale rispetto al recupero di Pirelli 39, ex sede degli uffici urbanistici del Comune e ora di proprietà di Coima dopo un'asta record con 85 rilanci e un prezzo finale di 193 milioni.

In seguito al concorso internazionale tra archistar, è stato presentato il progetto: prevede la riqualificazione del "mini" grattacielo, la realizzazione della Torre Botanica (che assomiglia parecchio al vicino Bosco Verticale, sempre di Boeri Architetti) e la trasformazione del ponte in una serra verde aperta al pubblico passaggio. Ma non è detto che si possa fare tutto questo. C'è di mezzo lo scontro tra la Regione e il Comune sui bonus volumetrici concessi al proprietario di un edificio dismesso in cambio del recupero.

La Regione ha varato una legge urbanistica che prevede un bonus del 25% in più di volumetrie se l'edificio è dismesso da più di cinque anni. Il Comune si è subito opposto, ritenendo che questo potesse provocare una colata di cemento senza precedenti sulla città di Milano. Da Palazzo Lombardia hanno replicato che sono i Comuni a scegliere dove applicare e dove non applicare il bonus, che quindi non è automatico: e Palazzo Marino, a dicembre 2020, ha compilato la lista di 37 immobili dismessi a cui concedere l'eventuale bonus, se il proprietario avvia il recupero. Pirelli 39 è nell'elenco. Tutto risolto? Non proprio.

Per ora, infatti, si tratta solo di una delibera di giunta, che dovrà andare al vaglio del consiglio comunale. Se entro aprile non vi sarà il passaggio in consiglio comunale, la delibera di giunta scadrà e il Pirellino non avrà il bonus. A "saltare" sarebbe la passerella verde, mentre Coima realizzerebbe comunque la Torre Botanica e recupererebbe il Pirellino. 

Sotto elezioni e con una campagna elettorale che si preannuncia all'insegna del verde e della riconversione ecologica, soprattutto per Giuseppe Sala e il suo centrosinistra. Basti pensare a quanta polemica ha fatto, a sinistra, la rinnovata alleanza tra Sala e i Verdi dopo un anno di fuoco e fiamme. Sarà politicamente opportuno, per i consiglieri di maggioranza, votare in fretta un provvedimento che consente a 37 proprietari immobiliari di riqualificare i loro edifici godendo di un bonus sulle volumetrie? Vedremo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento