Attualità Viale Antonio Gramsci

La guerra delle ciclabili (e nasce la 'Bicipolitana' che collega le metro)

A Sesto nasce la ciclabile che collega le metro. E il sindaco sfida Sala

La ciclabile di Sesto

Ciclabili contro. Sindaci contro. Il primo cittadino di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, nelle scorse ore ha apertamente sfidato il collega di Milano, Beppe Sala, sul tema mobilità e sicurezza. La scusa è stato l'inizio dei lavori per la realizzazione del tratto di pista ciclabile Restellone-Puccini, in quello che dal comune di Sesto definiscono un "progetto più ampio che procedendo lungo viale Gramsci toccherà tutte le fermate della metropolitana presenti sul territorio di Sesto San Giovanni". 

Fotografando i lavori del nuovo percorso riservato alle bici, Di Stefano si è lasciato andare a un confronto - sarcastico - con Milano. "Trova le differenze - ha scritto su Facebook l'amministratore sestese -. A Sesto San Giovanni progettiamo e realizziamo piste ciclabili sicure, a norma di legge e utili per connettere diversi punti della città, per una mobilità davvero sostenibile. A Milano si limitano solo a tracciare delle righe sull’asfalto e realizzano ciclabili senza protezioni che mettono a forte rischio l’incolumità dei ciclisti e finiscono per congestionare il traffico ottenendo l’effetto contrario a quello desiderato", le sue parole in quella che sembra una sorta di guerra delle ciclabili. 

Polemiche a parte, a Sesto i lavori vanno avanti e - si legge ancora in una nota del comune - il "progetto prevede la realizzazione di una pista ciclabile bidirezionale in sede protetta, con partenza dall'incrocio Gramsci/Montegrappa, antistante Stazione Ferroviaria di Sesto San Giovanni e fermata M1 Sesto Primo Maggio FS, e prosecuzione in direzione Milano lungo viale Gramsci fino a piazza IV Novembre, fermata della linea M1 Sesto Rondò, permettendo inoltre la creazione di un collegamento con viale Marelli, attraverso il sottopasso pedonale ferroviario Roma/Marelli, che sarà oggetto di puntuali interventi nell’ambito dello stesso progetto". La fine dei lavori, per un investimento totale di 274mila euro, è prevista per aprile 2022, mentre "nel settembre di quest'anno verrà completata la parte di ciclabile da Sesto FS verso Restellone e poi verso Bettola fino al confine di Sesto San Giovanni".

“Una pista ben studiata sicura per chi si muove in bicicletta, per una mobilità davvero sostenibile - il commento ufficiale del sindaco Roberto Di Stefano -. Una volta completata, l'intera infrastruttura riuscirà a connettere diverse zone della città. Questo percorso sarà funzionale anche e soprattutto per i futuri collegamenti con la Città delle Salute e della Ricerca. Nei prossimi giorni, inoltre, come già comunicato riapriremo al traffico il primo tratto Gramsci-Boccaccio: un primo passo verso la riapertura completa e la riqualificazione dell’area”. 

“Prende sempre più forma, con la riqualificazione di viale Gramsci, la realizzazione della 'Bicipolitana' di Sesto, la pista ciclabile che collegherà in superficie le quattro fermate della Mm1 Restellone, Sesto FS, Rondò e Marelli - ha esultato l'assessore all'urbanistica, Antonio Lamiranda -. Piano piano con piccoli passi costruiamo anche il futuro sostenibile della città". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La guerra delle ciclabili (e nasce la 'Bicipolitana' che collega le metro)

MilanoToday è in caricamento