menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La ciclabile in viale Puglie - Foto da Urbanfile

La ciclabile in viale Puglie - Foto da Urbanfile

Milano, il municipio che vuole cancellare la 'pseudo pista ciclabile' disegnata dal comune

Una delibera del municipio 4 chiede la cancellazione della ciclabile di viale Puglie. I fatti

Municipio vs comune. È battaglia aperta tra la zona 4 di Milano e palazzo Marino, che da settimane ormai discutono, e litigano, sulla pista ciclabile di viale Puglie, la "bike lane" fortemente voluta dal comune - che sta continuando a rivoluzionare la mobilità cittadina - e pesantemente criticata, invece, dagli amministratori di zona. 

L'ultimo punto lo ha messo a segno giovedì Paolo Guido Bassi, che del municipio 4 è il presidente. Il "mini sindaco" e la sua giunta hanno infatti votato una delibera che chiede - hanno fatto sapere - l'immediata cancellazione della ciclabile voluta dal comune e descritta come pericolosa e dannosa. 

L'atto del municipio serve per ottenere "l'immediata eliminazione della striscia bianca tratteggiata lungo i due sensi di marcia di viale Puglie al fine di rendere più scorrevole il traffico, ma soprattutto di scongiurare possibili incidenti fra mezzi a motore e biciclette o monopattini che potrebbero causare gravi danni in primis ai conduttori di questi ultimi". "Siamo preoccupati – ha spiegato Bassi – perché quella di cui stiamo parlando non è una vera pista ciclabile, ma una striscia bianca tratteggiata con disegno indicante 'biciclette' lungo ciascuno dei due sensi di marcia di viale Puglie". 

"Essa infatti viene interpretata dalla quasi totalità dell’utenza in modo non corretto: gli automobilisti la avvertono come una corsia riservata alle biciclette e non la impegnano creando code e sorpassando gli altri veicoli invadendo la corsia opposta, i velocipedi al contrario la impegnano anche contromano con grave rischio per la loro incolumità - ha sottolineato il presidente del municipio -. Capita inoltre di vedere ciclisti pedalare sul marciapiede in quanto in quella 'corsia' non si sentono protetti dal traffico veicolare. È già norma del codice della strada che i velocipedi circolino il più vicino possibile al margine destro della carreggiata, dunque la striscia bianca tratteggiata su viale Puglie appare ridondante e fuorviante". 

Inoltre, ha continuato Bassi, “l’introduzione di questa pseudo pista ciclabile ha rallentato il traffico, aumentando le code di veicoli che arrivano a intasare persino via Caroncini e piazza Salgari da una parte, via Bacchiglione dall’altra causando notevole incremento dei tempi di percorrenza di veicoli privati ma anche di quelli pubblici, nonché ulteriore inquinamento”.

Il consiglio di Municipio, ha ricordato il presidente in una nota, “ha già approvato un documento articolato che avanza una serie di richieste per una sistemazione più razionale di questo asse viario. Riteniamo che in attesa di una risposta in merito, si proceda subito con l’eliminazione della striscia tratteggiata. Viale Puglie - ha concluso Bassi - è una strada ad alta densità di veicoli, l’impatto fra un’auto o un furgone e un monopattino o una bici potrebbe finire in tragedia”.  

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento