rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Attualità

Pezzo di plastica nel pane per i bimbi: prodotto ritirato dalle scuole di Milano

La nota di Milano ristorazione: "Sospesa la somministrazione"

L'allarme a mensa. Nella mattinata di mercoledì, "a titolo precauzionale, è stata sospesa la somministrazione del prodotto 'pane integrale' in alcune scuole primarie, infanzia e nidi a seguito di una segnalazione per il ritrovamento di un frammento di plastica o materiale similare, rinvenuto insieme a del pane". 

Ad annunciarlo è una nota di Milano ristorazione, la società che si occupa del servizio mensa nelle scuole comunali. "Sono già state effettuate le prime tempestive verifiche presso la cucina e la scuola, oltre che presso il fornitore, per valutare una eventuale non conformità", ha chiarito l'azienda. "Abbiamo preferito effettuare le verifiche ritirando il pane non ancora distribuito all'utenza. A ciò si aggiunge che non è stato ritrovato alcun altro corpo estraneo in nessuna porzione di pane. Stiamo proseguendo - hanno concluso - con ulteriori verifiche per comprendere la dinamica della segnalazione". 

Pesanti le critiche dell'opposizione in comune. “Dover ritirare il pane dalle mense scolastiche milanesi per la presenza di materiale plastico è una dimostrazione che chi amministra la città non prende mai spunto dai propri errori per migliorarsi: non è la prima volta che Milano Ristorazione incappa in situazioni del genere e dall’assessore Scavuzzo sono sempre solo arrivate parole atte a minimizzare e mai azioni volte a intensificare i controlli", le parole di Samuele Piscina, segretario della Lega Milano e consigliere comunale. "La salute dei nostri figli merita più attenzioni, non è concepibile che periodicamente si debbano affrontare situazioni analoghe, dentro gli alimenti distribuiti nelle mense scolastiche non ci devono essere pezzi di plastica, vetro o acciaio. È forse pretendere troppo il fatto di chiedere più attenzione nei confronti dei bimbi milanesi a chi governa la città?", ha concluso il leghista. 

Sulla stessa lunghezza d'onda Riccardo Truppo, capogruppo di Fratelli d'Italia a palazzo Marino: "È già capitato e doveva essere un'eccezione. Ora ci risiamo e vorremmo saperne di più. Le risultanze del bullone ritrovato cosa ci hanno insegnato? Sono state approntate delle correzioni nelle procedure? Come mai troviamo della plastica nel pane? Ancora non si sa se fosse vetro. Sono queste le domande allarmate alle quali attenderemo dall'amministrazione risposte. Basta minimizzare come fa sempre il vicensindaco e assessore all'educazione Anna Scavuzzo e basta tagli di nastri o passerelle nelle scuole da parte sua. Diamoci da fare investiamo di più. Serve dare la giusta priorità alle esigenze delle scuole comunali. Speriamo che i materiali ritrovati non siano solo una minima parte di quanto già ingerito dai nostri bambini. Avvertiamo adeguatamente i genitori subito". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pezzo di plastica nel pane per i bimbi: prodotto ritirato dalle scuole di Milano

MilanoToday è in caricamento