rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Attualità

A Milano ci sono 78 nuovi 'ghisa'

Si aggiungono ai 29 già operativi dall'inizio di novembre

Quasi 80 nuovi 'ghisa' per Milano. Entrano in servizio gli agenti che hanno appena concluso il corso di formazione e che vanno ad aggiungersi ai 29 già operativi dai primi di novembre.

Dal 24 novembre al 6 dicembre, i nuovi vigili vengono dislocati nei comandi di zona dei diversi quartieri. Entra così nel vivo il vero e proprio lavoro in strada del primo gruppo dei nuovi agenti assunti tra il 7 luglio e il 5 settembre scorsi. I 'ghisa' verranno dedicati ad attività di controllo delle strade e nei quartieri, distribuiti tra i nove comandi di zona secondo le necessità di servizio. Per le prime settimane lavoreranno in pattuglia affiancati da un collega ‘anziano’, per rendersi progressivamente autonomi e seguire tutte le attività previste dal comando di zona nei quattro turni di giornata (comprese le attività notturne). 

Oltre a questi 78 nuovi agenti, da inizio novembre avevano già preso servizio 29 ufficiali, dei quali sei sono neo assunti a Milano, gli altri hanno fatto un passaggio di grado. A dicembre saranno assunti altri 120 agenti che inizieranno il corso di formazione per poi andare in strada nella primavera del 2023.  "Il potenziamento del corpo della polizia locale è per noi una priorità - dichiara l'assessore alla Sicurezza Marco Granelli -. La città ha bisogno di donne e uomini preparati per migliorare la sicurezza in strada, intesa come viabilità e sicurezza stradale, prerogativa della polizia locale a Milano, ma anche il contrasto al degrado, alla microcriminalità e alle occupazioni abusive, e per quelle attività specialistiche come la sicurezza sul lavoro, il contrasto ai reati ambientali e il rispetto della normativa commerciale. Il primo gruppo di assunti lo scorso luglio diventa operativo oggi, ma il percorso di assunzioni non è finito, noi andiamo avanti. Ringrazio la scuola della polizia locale che ha formato questi agenti, sono certo che sono pronti ad andare in strada e nei quartieri per rispondere alle esigenze dei cittadini".  

"Una sempre migliore organizzazione degli agenti cui si accompagna in parallelo più tecnologia - dichiara il Comandante del corpo Marco Ciacci - ci permettono di gestire sempre meglio i servizi della polizia locale e rispondere ai bisogni della città anche di fronte al mutare delle esigenze. Avere più pattuglie in strada significa un maggiore controllo del territorio 24 ore su 24. I nuovi agenti che già da qualche giorno sono al lavoro hanno avuto un'adeguata formazione nel corso della quale hanno avuto modo di dimostrarci la loro motivazione e le loro capacità operative. A loro auguro un buon lavoro". 

Entro il 2025 i nuovi assunti permetteranno di aumentare di 500 unità l'organico del corpo della polizia locale; fra gli obiettivi, oltre a quello di arrivare al massimo storico di 3.350 uomini e donne, anche quello di abbassare l’età media che oggi è superiore ai 50 anni. Con i nuovi agenti è in corso un forte ricambio generazionale, le assunzioni complessive saranno quasi un terzo del Corpo, con un profondo ricambio, e riguardano giovani con un'età media intorno ai 30 anni per gli agenti e sotto i 40 per gli ufficiali. Questo, insieme ai cambiamenti organizzativi, permetterà un miglior servizio di giorno ma anche di sera e di notte, per rispondere alle necessità della città. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano ci sono 78 nuovi 'ghisa'

MilanoToday è in caricamento