rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Attualità

Come sarà il nuovo polo tecnologico di Milano, da 50 milioni di euro

Presentato l'innovation hub del Poli che sorgerà alla Bovisa

Nascerà un nuovo polo dell’innovazione a Milano e sarà ospitato all’interno del nuovo campus Bovisa del Politecnico di Milano. L’accordo è stato presentato lunedì dal rettore del Poli, Ferruccio Resta, dall’ assessore alla rigenerazione urbana del comune di Milano, Giancarlo Tancredi e dal presidente di regione Lombardia, Attilio Fontana.

Il progetto prevede la riqualificazione del “Gasometro 2 – Innovation Hub”, che sarà trasformato in un centro per l’innovazione, in cui - si legge in una nota del Poli - "verranno ospitati laboratori di ricerca avanzata, aule polifunzionali e altri spazi per la ricerca e la didattica sviluppate dal Politecnico di Milano, oltre ai servizi tecnologici per il funzionamento dei laboratori".
 
La realizzazione dell’intervento sarà avviata nel 2023, si concluderà nel 2025 e avrà un costo complessivo di circa 50milioni di euro, di cui circa 30 milioni di euro stanziati dal Politecnico e 20 da regione Lombardia. Il progetto si inserisce all’interno dell’intervento di rigenerazione urbana sostenibile e di qualità nell’area “Bovisa-Goccia-Villapizzone”. L’operazione interessa una superficie di circa 325mila metri quadrati, di proprietà del comune di Milano e dello stesso Poli, con l’obiettivo di rigenerare l’ambito di Bovisa - Goccia e realizzare al suo interno il nuovo Campus del Politecnico di Milano.

“Comune di Milano e regione Lombardia siglano un accordo chiave per il nostro ateneo: un patto che unisce pubblico e privato, università e imprese, che favorisce la crescita di startup ad altro contenuto tecnologico accanto allo sviluppo di nuovi laboratori di ricerca - ha spiegato Ferruccio Resta, rettore del Poli -. Un passo importante per la città di Milano e per il territorio in un progetto di recupero nel segno della sostenibilità”.

“La nostra piena e convinta collaborazione con il Politecnico di Milano è dimostrata dai fatti: abbiamo stanziato 20 milioni di euro per l’Innovation hub alla Bovisa, che si aggiungono ai 30 milioni già destinati alla realizzazione del nuovo Campus Nord. In totale 50 milioni per la rigenerazione urbana di un quartiere di Milano che assumerà un ruolo guida in Italia ponendosi come modello che auspichiamo possa essere replicato – ha rimarcato Attilio Fontana -. Con la realizzazione di questo Innovation hub del Politecnico alla Bovisa, la Lombardia si conferma leader in un settore strategico per l’economia quale è l’innovazione tecnologica con le sue positive ricadute in termini di nuova occupazione e di maggiore attrattività di investimenti”.

“Un passaggio fondamentale per la rigenerazione dell’area Bovisa Goccia, che vedrà anche la realizzazione del nuovo Campus del Politecnico, il Polo delle Scuole Civiche milanesi, un grande parco di 240mila quadri. Anche con questo intervento si dimostra come la collaborazione tra istituzioni a Milano e in Lombardia generi progetti di riqualificazione in tempi rapidi, nell’interesse dei quartieri di tutta la città”, gli ha fatto eco Giancarlo Tancredi. “Con l'accordo sulla riqualificazione del Gasometro 2 prende il via la rigenerazione di un'area strategica per la crescita di Milano, quella di Bovisa Goccia. I lavori, che inizieranno nel 2023, permetteranno di trasformare un elemento di archeologia industriale in un centro di eccellenza per l'innovazione, che ospiterà laboratori dedicati alle nuove tecnologie e all'intelligenza artificiale e l'incubatore di start up del Politecnico, Polihub. Attraverso interventi di questo genere, Milano si conferma città all'avanguardia, capace di uno sguardo progettuale verso uno sviluppo e un futuro sostenibile", ha commentato il sindaco Giuseppe Sala.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come sarà il nuovo polo tecnologico di Milano, da 50 milioni di euro

MilanoToday è in caricamento