menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Achille Lauro in croce come un Gesù giocattolo: "Il maxi poster per corso Como censurato"

Il Comune: "Ci sono norme di rispetto e decoro. Ma il nostro parere non era vincolante"

"Questa e? l’immagine che avreste visto oggi nel maxi-cartellone di Corso Como a Milano ma la pesante mano della censura delle pubbliche affissioni lo ha impedito". A dirlo attraverso un post su Instagram il cantante Achille Lauro, che giovedì ha pubblicato anche la foto del poster che sarebbe dovuto comparire in città.

L'immagine vede il rapper, all'anagrafe Lauro De Marinis, in versione bambolotto, su una croce fatta di marshmallow bianchi e rosa, con lunghi stivali di vernice nera e pantaloncini rosa metallizzato. Il grande cartellone avrebbe dovuto promuovere il nuovo album dell'artista, '1990', in uscita il 24 luglio

"Io invece la regalo a tutti voi - ha concluso Lauro sui social riferendosi alla raffigurazione - e come sempre Me ne frego”. Davanti all'accusa di censura, intanto, il Comune di Milano dice di aver espresso un parere negativo ma non vincolante. Secondo quanto spiegato da palazzo Marino, l'agenzia pubblicitaria che avrebbe dovuto esporre il poster ha chiesto il parere degli uffici comunali per poter procedere. Il Comune a quel punto avrebbe valutato l'immagine come poco rispettosa e decorosa. Di qui la decisione dell'agenzia di non affiggere il maxi cartellone promozionale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento