rotate-mobile
Attualità

Nessuna marcia indietro: sui treni della Lombardia si possono occupare tutti i posti

Lo ha ribadito l'assessore ai trasporti della Regione Claudia Maria Terzi. I dettagli

Nessun passo indietro della Regione: sui treni lombardi si potranno occupare il 100% dei posti a sedere. Lo ha detto nella serata di lunedì 3 agosto l'assessore ai trasporti Claudia Maria Terzi: "La decisione di aumentare la capienza dei mezzi pubblici è meditata e tiene conto della situazione sanitaria lombarda delle ultime settimane e della necessità di coordinamento con le Regioni vicine, le quali hanno adottato provvedimenti analoghi ben prima della Lombardia".

"Il ragionamento che sta alla base dell'ordinanza del ministro Speranza — ha aggiunto la Terzi — riguarda soprattutto i treni a lunga percorrenza: le parole del ministro De Micheli vanno nella direzione di mantenere in capo alle Regioni le decisioni in ordine al trasporto pubblico locale". 

Qualcosa, però, potrebbe cambiare nei prossimi giorni e, soprattutto in seguito alla conferenza Stato-Regioni di giovedì: "Attraverso un dialogo costante con il Governo intendiamo comunque definire la situazione e risolvere le incertezze: in questo senso sarà utile il confronto che si svolgerà giovedì 6 agosto nell'ambito della Conferenza Stato Regioni".

Distanziamento sul trasporto pubblico: caos in Lombardia

A Milano e in Lombardia è caos totale sulla questione "distanziamento" e capienza sui mezzi pubblici come norma anti coronavirus. I problemi sono iniziati nel weekend, con un rimpallo di ordinanze tra regione Lombardia e ministero della Salute. 

Il primo "attacco" è arrivato dal Pirellone, che venerdì sera ha firmato l'ordinanza che dava il via libera alle aziende di Tpl per occupare il 100% dei posti a sedere sui propri mezzi. Poche ore ed è arrivata la risposta da Roma, con il ministero che ha rimarcato che il distanziamento va rispettato ancora, con conseguente riduzione della capienza. Dalla giunta lombarda, però, è poi arrivata la contro risposta, che ha di fatto confermato il provvedimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuna marcia indietro: sui treni della Lombardia si possono occupare tutti i posti

MilanoToday è in caricamento