Carla Fracci, la dottoressa anti coronavirus e la penitenziaria: tutti i premi Rosa Camuna

Assegnati martedì i riconoscimenti Rosa Camuna 2020. Ecco l'elenco di tutti i premiati

Malara, la Fracci e Fontana col premio

Un riconoscimento per chi ha fatto grande la Lombardia. Un modo di onorare chi ha dato tanto alla regione. Martedì il Pirellone ha assegnato i premi Rosa Camuna, che vengono attribuiti ogni anno "a persone fisiche, imprese, enti, associazioni e fondazioni in rappresentanza dei diversi territori che si sono distinti nel contribuire allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia".

Sono stati 22 i premi consegnati a tutti coloro che - come ha sottolineato il presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi - "si sono distinti per coraggio, impegno, operosità e generosità". "La pandemia ha rappresentato una battuta d'arresto nella crescita che, fino a febbraio, la nostra Regione stava portando avanti. La Lombardia è la più grande regione d'Italia e una delle prime in Europa. È l'unica che può confrontarsi con il mondo intero. Questa pandemia ha rallentato questo suo modo di essere, ma sicuramente non l'ha bloccato", il commento - e l'auspicio - del presidente lombardo, Attilio Fontana. 

Rosa Camuna, tutti i premiati

​Ecco tutti i riconoscimenti assegnati dal Pirellone, con la relativa motivazione.

Premio speciale nel 50° anniversario di regione Lombardia

Atalanta - Una squadra di straordinario talento che, con la qualificazione alla Champion League, il suo record di gol nel Campionato di Serie A 2019-2020 e i recenti successi in campo, ha contribuito a fare grande la storia del calcio italiano. Da sempre un simbolo per la città di Bergamo e il suo territorio, nei drammatici mesi segnati dall'emergenza sanitaria ha rappresentato la voglia di rinascere e superare le difficoltà più forti di prima.

Piero Bassetti - Primo presidente della Regione Lombardia, nei 50 anni della sua istituzione. Per il rilevante impegno in campo politico, imprenditoriale e sociale. Durante il suo governo, dal 1970 al 1974, ha saputo porre le più solide fondamenta ad una Istituzione che è divenuta simbolo del lavoro e del progresso in Italia e in Europa. Anche oggi, attraverso la Fondazione Bassetti, promuove l'esercizio responsabile dell'innovazione quale fattore di sviluppo sociale, sostenendo scienza, tecnologia, imprenditoria e modelli di governance. La sua altissima professionalità, la sua modernità di pensiero e la sua lungimiranza ne fanno ancora tuttora un modello di riferimento della politica e dell'economia nazionale.

Carla Fracci - Un'artista straordinaria e amatissima che ci ha emozionato e commosso con interpretazioni che toccano profondamente l'animo dello spettatore. Ha dedicato la sua vita alla danza, alla musica e al teatro e ha saputo trasmettere la sua passione e la sua esperienza ai più giovani talenti della danza classica insegnando e dirigendo le più prestigiose scuole di ballo italiane e sostenendo lo spettacolo e la danza con vivo impegno anche politico. A lei va tutta la nostra ammirazione e la nostra gratitudine per aver dato immenso orgoglio e prestigio alla Lombardia e al nostro Paese.

Ezio Frigerio - Con raffinata arte e grande talento ha creato scenografie straordinarie e suggestive che hanno reso indimenticabili spettacoli di musica, teatro, lirica e balletto. Un riconosciuto protagonista del XX secolo in Italia e nel mondo e un Maestro sempre capace di affascinare i suoi tanti estimatori e il vasto pubblico con la sua creatività inusuale e rivoluzionaria.

Giovanni Licini - Fondatore e anima dell'Accademia dello sport per la solidarietà di Bergamo. Ha promosso e coordinato l'azione di solidarietà di tanti cittadini e imprenditori del territorio bergamasco a favore di persone bisognose e fragili e, in particolare, durante il periodo dell'emergenza sanitaria Covid-19 ha raccolto, attraverso la sua rete solidale, oltre un milione di euro a favore degli ospedali bergamaschi. A lui e all'Accademia va tutta la nostra più profonda gratitudine e riconoscenza.

Rosa Camuna 2020 

Per Milano il riconoscimento è andato a Carlo Sini. "Laureato in filosofia e studioso del pragmatismo americano e della fenomenologia, ha sviluppato un rilevante approccio teorico ai legami tra filosofia e scrittura. Si è dedicato a un'ampia sistemazione enciclopedica del sapere filosofico che lo ha condotto a discutere i temi della pratica tra etica, politica ed economia. Collabora con la Rai e il Corriere della Sera, ha tenuto corsi e seminari in tutto il mondo. Dirige per Albo Versorio la collana Pragmata".

Rosa Camuna, le menzioni speciali per Milano 

Ordine e libertà - Nel centenario della sua fondazione. Per aver raccontato le storie del territorio e della sua comunità con serietà, professionalità e autorevolezza. La sua cronaca ha attraversato un secolo di avvenimenti trasmettendo sempre umanità e grande vicinanza ai cittadini.

Polizia penitenziaria - Personale addetto al reparto Sai Covid-19 del carcere di San Vittore a Milano - Per la professionalità e la competenza con le quali hanno saputo gestire l'emergenza sanitaria all'interno della struttura carceraria e in particolare nel reparto 'Sai' destinato ai Covid-positivi, garantendo la sicurezza del personale e dei detenuti e dimostrando coraggio, grande senso di responsabilità e dedizione al lavoro.

Massimo Scaccabarozzi - Per la sua leadership lungimirante e la forte vocazione all'innovazione dimostrati nella guida di Farmindustria e di Jassen Italia. All'impegno professionale affianca da sempre quello sociale e civile a sostegno della comunità e delle persone più fragili. Anche durante l'emergenza Covid, con il suo gruppo rock 'JCBand' composto interamente da dipendenti Jassen, ha sostenuto la campagna per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale destinati a medici e cittadini italiani.

Rosa Camuna, i premi speciali del presidente

Annalisa Malara e Laura Ricevuti - Medico anestesista e medico del reparto di Medicina all'ospedale di Codogno, Lodi. Con grande capacità professionale e intuizione hanno individuato il primo paziente italiano positivo al Coronavirus ricoverato il 20 febbraio. La loro determinazione e la loro scrupolosità nell'approfondire le analisi sul 'Paziente1' hanno portato alla luce il virus che si stava diffondendo e permesso all'Italia e all'Europa di agire tempestivamente sulla possibilità di un contagio incontrollato. A loro va tutta la nostra profonda gratitudine e riconoscenza. La Malara da qualche giorno è al lavoro all'ospedale in Fiera.

Alessandro Fontana (alla memoria) - Storico, politico e uomo di profonda cultura. Con grande intuizione e inventiva ha proposto nel 1975 di adottare con un design moderno l'antica incisione rupestre della rosa camuna rinvenuta in Valcamonica quale simbolo della nostra Regione. La sua stilizzazione rappresenta la storia e le radici della nostra terra e insieme il suo futuro e la sua modernità. Lo stemma della Regione Lombardia è oggi unico, originale e riconoscibile fra tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento