menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autostrade per l'Italia: al Giro d'Italia la nona edizione degli "Eroi della sicurezza"

Nell'ultima tappa di Cernusco sul Naviglio (Milano), premiato l'assistente alla viabilità Franco Vona per aver bloccato un mezzo in fiamme prima che esplodesse

Autostrade per l’Italia anche quest’anno ha premiato l’impegno per la sicurezza stradale grazie all’iniziativa Eroi della Sicurezza, nell’ambito della partnership con il Giro d’Italia. Nell’edizione 2020 che si conclude con la tappa di oggi, ASPI ha consegnato un premio a 14 ufficiali della Polizia Stradale, con cui quotidianamente lavora in stretta collaborazione per garantire la sicurezza degli utenti in viaggio sulle autostrade. La Polizia Stradale contestualmente ha assegnato un riconoscimento a 10 operatori di Autostrade per l’Italia che hanno dimostrato una forte dedizione al proprio lavoro, mettendo a disposizione competenze e impegno, ben oltre le proprie mansioni.

Alla partenza dell’ultima tappa del Giro d’Italia 2020, Cernusco sul Naviglio- Milano, la Polizia Stradale ha consegnato un riconoscimento al forte impegno manifestato nel proprio lavoro a Francesco Vona del Tronco di Milano di Autostrade per l’Italia, per aver bloccato un mezzo in fiamme prima che esplodesse, salvando la vita a migliaia di utenti In data 23 luglio, Francesco Vona, in servizio durante il consueto turno di viabilità, giunto per primo su un mezzo pesante in panne in A4, nei pressi dello svincolo di Sesto San Giovanni, si accorge che il mezzo, alimentato a metano, aveva la cabina in fiamme. Ha capito in pochi istanti il grave pericolo incombente per le migliaia di veicoli che in quel momento transitavano in prossimità di uno dei nodi più nevralgici della rete autostradale della Lombardia, e ha immediatamente bloccato il traffico a debita distanza, questo pochi istanti prima che i serbatoi a metano prendessero fuoco e che il mezzo esplodesse, mettendo in sicurezza migliaia di utenti. Inoltre, Autostrade per l’Italia ha consegnato un riconoscimento all’Assistente Capo Antonio Summa, in servizio presso la Sottosezione Autostradale di Milano, per essere intervenuto, fuori servizio, sedando una rissa scoppiata tra due utenti in A4. Il 12 settembre 2019, l’Ass. Capo Antonio Summa, libero dal servizio, mentre stava percorrendo l’autostrada A4 da Modena direzione Milano per recarsi al lavoro, ha notato dallo specchietto retrovisore un autocarro che in modo repentino si spostava dalla terza corsia di marcia alla seconda, tagliando la strada ad un furgoncino. In seguito, il conducente ha fermato il veicolo bloccando l’intero flusso veicolare delle prime due corsie di marcia.

Supponendo che si trattasse di un incidente tra due veicoli, l’Ass. Capo Summa si è spostato in corsia di emergenza per prestare soccorso agli utenti ma, mentre allertava il Centro Operativo Autostradale, ha notato che entrambi i conducenti, scesi dai propri veicoli, avevano iniziato un’accesa discussione e che, in particolare, l’autista dell’autocarro brandiva minacciosamente un’asta di ferro nei confronti del conducente del furgoncino. In attesa dell’arrivo dei rinforzi, poiché la situazione stava drammaticamente degenerando, Summa, noncurante del pericolo a cui andava incontro, è intervenuto (assistito da un altro utente giunto in ausilio del poliziotto) riuscendo a sedare la rissa. L’Ass. Capo Antonio Summa ha dimostrato uno straordinario senso del dovere, esponendosi ad una situazione di estremo rischio, riuscendo a ristabilire l’ordine e garantendo l’incolumità dei due uomini e degli altri utenti della strada.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento