rotate-mobile
L'iniziativa

Birra e carcere: nasce la 'Prison Beer'

L'iniziativa di un'associazione che si occupa di detenuti

Si chiama Prison Beer e, come fa intuire il nome, è una birra prodotta in un carcere. La presentazione del marchio (e del progetto) avverrà domenica 16 aprile nell'ambito del Busto Arsizio Film Festival, alle sei di pomeriggio in piazza San Giovanni. Ospite d'eccezione don Antonio Mazzi, fondatore della comunità Exodus e voce radiofonica di Rtl 102.5.

L'idea della "birra del carcere" è venuta all'associazione La Valle di Ezechiele, che l'ha realizzata in collaborazione con il birrificio del Varesotto The Wall, nonché con Lorenzo "Kuaska" Dabove, ritenuto il massimo esperto italiano di birra artigianale. Questa speciale birra si potrà assaggiare gratuitamente domenica a partire dalle 14, mentre alle 18 si svolgerà l'inaugurazione vera e propria.

Presenti, tra gli altri, il sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli, altri esponenti dell'amministrazione comunale, il prefetto di Varese Salvatore Pasquariello, il capitano dei carabinieri di Busto Arsizio Putorì e alcuni detenuti del carcere cittadino, in permesso premio. Tra le autorità anche i magistrati di sorveglianza varesini e la deputata di Italia Viva Maria Chiara Gadda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Birra e carcere: nasce la 'Prison Beer'

MilanoToday è in caricamento