menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un procione (foto Pixabay)

Un procione (foto Pixabay)

Procioni, la Lav denuncia la strage in Lombardia: "Uccisi in camere a gas"

Sotto accusa il piano di eradicazione di 69 esemplari nel Parco Adda Nord

Accanimento su una colonia innocua di orsetti lavatori, ovvero procioni. La denuncia arriva dalla sezione bergamasca della Lav (Lega anti vivisezione) e riguarda un territorio a cavallo tra le province di Bergamo e Milano, precisamente il Parco dell'Adda Nord. Dove vivono, o meglio dire vivevano, 69 esemplari di procioni, che in circa due anni sono stati catturati e uccisi seguendo un piano di "eradicazione" promosso dalla Regione Lombardia e dall'ente gestore del parco. 

Il piano è ora ufficialmente chiuso e la Lav parla di «inaudito accanimento» sui procioni, «uccisi in camere a gas». Inutilmente l'associazione animalista ha avanzato, per due anni, soluzioni alternative, prima tra tutte quella di sterilizzare e rilasciare gli animali. Stando alla Lav, il parco avrebbe sostenuto che la sterilizzazione fosse vietata da un regolamento europeo, ma l'associazione è convinta che ciò non sia vero e porta a "testimone" direttamente il commissario europeo all'ambiente, Karmenu Vella, che recentemente ha sostenuto che la sterilizzazione è in linea con il regolamento europeo. 

Il procione è nella lista delle specie "invasive", ma i metodi non letali potrebbero fare ottenere lo stesso risultato di limitarne la proliferazione. Ed Eleonora Evi, deputata europea del Movimento 5 Stelle, ha promesso un'interrogazione in merito alla Commissione europea. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento