Milano, il museo del Novecento si prende l'altro Arengario: via al bando per i progetti

Pubblicato il bando: palazzo Marino cerca progetti per l'espansione del museo del 900

Il museo del Novecento si allargherà anche nell'altro Arengario

Concorso al via. Il comune di Milano ha ufficialmente pubblicato il bando internazionale per la progettazione di "NovecentoPiùCento", il nome che è stato dato al secondo Arengario di Piazza Duomo che presto diventerà parte integrante del museo del 900

L'amministrazione ha infatti deciso di riconvertirlo "a spazio museale connettendolo al percorso espositivo del primo Arengario in modo da creare un unico grande complesso dedicato alle arti moderne e contemporanee, il cui standard, per collezioni, spazi espositivi e servizi, lo collochi tra le principali realtà museali italiane e straniere".

"Vista la particolare rilevanza e complessità dell’intervento, l’amministrazione ha ritenuto di promuovere un concorso internazionale di progettazione", hanno annunciato martedì mattina dal comune. Il bando, che è già stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, è articolato in due “gradi”, con la partecipazione dei concorrenti in forma anonima per garantire il massimo della trasparenza e dell'impazialità possibile. 

Qui il bando del comune di Milano

In un primo momento - hanno fatto sapere da palazzo Marino - "saranno selezionati dieci progetti in base a criteri, tra cui: il dialogo tra il Museo del Novecento e il secondo Arengario e la funzionalità dell’organizzazione degli spazi; l’inserimento dell’opera nel contesto urbano e la fattibilità tecnico-gestionale della soluzione proposta, in relazione sia agli aspetti manutentivi che alla sostenibilità ambientale ed energetica". 

Poi, hanno proseguito dal comune, "nel secondo grado, il progetto vincitore del concorso sarà individuato, tra i dieci già selezionati, in base a ulteriori criteri, tra i quali: la qualità della proposta dal punto di vista compositivo e architettonico, con riferimento agli obiettivi culturali del Museo; il rapporto sinergico con il tessuto storico circostante - Duomo, Galleria Vittorio Emanuele II e piazza Diaz -; la modalità di relazione tra il nuovo edificio e il contenitore storico da conservare; l’uso di materiali e tecniche sostenibili e di facile manutenzione; l’organizzazione funzionale e la flessibilità degli spazi interni".

I costi per l'intervento sono stati "stimati in 18,7 milioni di euro". "Al vincitore del concorso verrà riconosciuto un premio di 60.000 euro e il progetto di fattibilità tecnico-economica verrà acquisito dall'amministrazione. Al secondo classificato sarà riconosciuto un premio di 12.000 euro, al terzo un premio di 8.000 euro e ai successivi sette ammessi al secondo grado del concorso verranno corrisposti, a titolo di contributo per l’attività di progettazione, 4.000 euro", hanno spiegato dal comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento