L'idea anti-virus per il futuro: il "pronto soccorso" dentro il palazzo

Per combattere i virus del presente e del futuro, pensare a uno spazio (almeno nelle grandi costruzioni) per il primo soccorso dei pazienti

Qualcuno l'aveva detto: l'umanità dovrà imparare a convivere con un rischio che un virus distrugga l'umanità stessa. Probabilmente non sarà il Covid. Ma la pandemia del 2020 sta cambiando il mondo, gli stili e le abitudini di vita delle persone. E' possibile che questo abbia ripercussioni anche nel modo di abitare, in futuro: giocoforza, questo potrà avvenire non prima del medio termine, perché per ripensare gli edifici residenziali ci vuole tempo.

Una specia di "mini" ospedale in ogni nuovo palazzo: un'area pronta e attrezzata per le più immediate necessità di cura. L'idea, che può apparire futuristica, è stata lanciata da Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia, che ne ha scritto per l'osservatorio Smart City dell'Università Bocconi.

«Il futuro, come sosteneva anni addietro lo scienziato Umberto Veronesi, ci insegnerà a convivere con il rischio di un virus di tale grado di letalità da poter insidiare la sopravvivenza stessa dell’umanità. Sarà il vero nemico dell’uomo e andrà combattuto con eserciti di medici e con adeguate strutture ed attrezzature pronti alla bisogna», scrive Colombo Clerici.

E quindi, nuovi modelli architettonici almeno nelle grandi costtruzioni, in cui pensare spazi «attrezzati a ricoveri ospedalieri, pronti all’occorrenza, gestiti, ai fini delle profilassi, delle diagnosi e delle cure, anche in telemedicina, e per la ricettività di ammalati non gravi o semplicemente di positivi al tampone, pur asintomatici, che debbono tuttavia osservare la quarantena e non possono trascorrerla in famiglia, sicchè oggi finiscono in ospedale».

Il primo soccorso "sotto casa", senza nemmeno uscire dal palazzo. Un'idea avveniristica, futuristica ma, chissà, forse una parte della soluzione al problema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento