rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Attualità Figino

Figino a luci rosse, il Comitato di quartiere: "Qui auto a tutte le ore per cercare trans preferito"

I residenti chiedono la creazione di una Ztl notturna

Prostituzione della mattina fino a notte fonda e tante auto che fanno il giro di Figino lungo le due strade che collegano il borgo, alla ricerca della transessuale preferita. È quanto denuncia Enrico Grava del Comitato di quartiere dando voce alla preoccupazione dei residenti per il ritorno dei clienti dopo il lockdown e con l'epidemia coronavirus ancora in corso.

“Dalla prima chiusura imposta per contenere il contagio da Coronavirus - afferma Grava - la prostituzione, che qui riguarda soprattutto persone transessuali, era scomparsa. Semplicemente perché non c’erano più clienti. Ora con le riaperture sono tornati anche loro, sempre nelle stesse aree. Nella nostra zona questo fenomeno persiste ormai da 40 anni e poco è stato fatto per sconfiggerlo una volta per tutte. Il coronavirus non ha cambiato nulla. La cosa che mi sconcerta di più sono i clienti che si fermano. Finché ci sarà la richiesta non mancherà di certo l’offerta”.

La proposta lanciata dai residenti del quartiere è quella di creare una Ztl notturna. "In questo modo - dicono i membri del Comitato - leveremmo sicuramente la clientela”. L'area dovrebbe però tutelare comunque tutti i lavoratori e gli abitanti del quartiere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Figino a luci rosse, il Comitato di quartiere: "Qui auto a tutte le ore per cercare trans preferito"

MilanoToday è in caricamento