menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alberi in via Bassini (foto Ig/niloofarhq)

Alberi in via Bassini (foto Ig/niloofarhq)

Protesta contro taglio di 140 alberi in via Bassini: "Distruggono parco e nessuno avverte"

Nella mattinata di lunedì 25 novembre cittadini, docenti e studenti universitari hanno manifestato davanti al cantiere

Un centinaio di persone si sono riunite nella mattinata di lunedì 25 novembre per protestare contro l'abbattimento di 140 alberi tra via Edoardo Bassini, largo dei Volontari del Sangue e via Corfù. Il cantiere davanti a cui si è svolta la manifestazione è stato allestito per la costruzione della nuova sede del dipartimento di chimica della Statale, che prenderà il posto dell'area verde della zona.

Cittadini, docenti del Politecnico, studenti universitari e alunni hanno affermato di non essere stati avvisati del progetto se non nelle scorse settimane, quando hanno visto comparire la recinzione intorno al parco dove dovrebbero sorgere i nuovi edifici.

I motivi della protesta

"Questo cantiere è stato messo su verso la fine del mese di ottobre ed è stato il mezzo con cui molti docenti sono venuti a conoscenza di un progetto che era sicuramente già in corso da tempo - ha spiegato Arianna Azzellino, docente del Politecnico e organizzatrice della protesta -. Non era però stato comunicato nulla ai componenti dell’Ateneo. Abbiamo chiesto in 150 docenti che si potesse parlare di questo intervento. Abbiamo scoperto che il cantiere è stato allestito per la costruzione dell’edificio della nuova sede del dipartimento di Chimica al prezzo di dover distruggere questo parco”.

“Abbiamo cercato di coinvolgere gli organi decisionali dell’Ateneo per capire se ci fosse ancora la possibilità di minimizzare l’impatto dell’intervento - continua l'insegnante -. Purtroppo fino a questo momento il Senato accademico non ha accolto la nostra richiesta. Come cittadini e dipendenti ci sentiamo molto legati a quest’area”. Per compensare l'abbattimento di 160 piante, conclude la docente, “il Politecnico realizzerà un giardino in seguito alla bonifica dell’area ex Nucleare presente al numero 19 di via Bassini. Però secondo noi è una compensazione insufficiente in termine di alberi: si pianteranno una sessantina di alberi a fronte di 160 che hanno cinquanta o sessant’anni”.

Ad unirsi alla protesta anche il consigliere comunale del Pd, Carlo Monguzzi: “Sono coi residenti e coi docenti contro l’abbattimento di una delle poche aree verdi rimaste nella zona”. Hanno manifestato anche i bambini della scuola Pascal, adiacente al Politecnico, intonando un coro in cerchio in difesa degli alberi. Nella serata di martedì cittadini e docenti si riuniranno in un’altra assemblea, mentre nelle prossime settimane organizzeranno una fiaccolata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento