menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La protesta

La protesta

L'ultima cena di Milano, con i banchieri "morti" dopo aver mangiato il "Dio denaro"

La scenografica protesta di "Extinction Rebellion" per chiedere una finanza diversa

Il posto scelto non era casuale. Il riferimento artistico neanche. Scenografica protesta domenica in piazza Affari di "Extinction Rebellion", un movimento di protesta internazionale che - spiegano gli attivisti - si impegna affinché "si prendano provvedimenti all’altezza della gravità della crisi ecologica e climatica", a partire dalla finanza.

I manifestanti si sono ritrovati nel pomeriggio davanti alla Borsa per mettere in scena quella che hanno definito "l’ultima cena dell’umanità, dove il Dio Denaro prende il posto di Gesù". I commensali, composti da rappresentanti della finanza e banchieri, "finito tutto il cibo a disposizione e costretti a mangiare il denaro, muoiono". 

Si tratta - si legge in una nota degli attivisti - di una "metafora del sistema finanziario che continua a investire massicciamente nell’industria fossile, nonostante la realtà della crisi climatica ed ecologica sia ormai riconosciuta dalla maggior parte dei governi. Le regole della finanza e la logica profonda del suo funzionamento rappresentano un impedimento formidabile per l’essere umano nella sua lotta alla crisi climatica ed ecologica e per la giustizia sociale". 

"Extinction Rebellion - proseguono gli attivisti - crede che sia necessario portare alla luce il ruolo storico cruciale che la finanza ha oggi e introdurre il tema nella discussione pubblica sulla transizione ecologica". Da qui la necessità di "cambiare le regole della finanza così da renderla una strumento di rigenerazione e non più di distruzione". 

"La finanza di per sé si regge sul principio della massimizzazione del profitto nel minor tempo possibile e questo di fatto rappresenta un ostacolo ad ora insormontabile a qualsiasi processo di transizione ecologica che possa essere adeguato alla drammatica situazione in cui già ci troviamo a livello globale. Infine la speculazione basata sulla compravendita di prodotti finanziari derivati basa la sua profittabilità sulle oscillazioni dell'economia reale, rendendo di fatto - concludono - l’instabilità economica e sociale in diverse parti del mondo fonte di guadagno per i grandi speculatori". 

Foto - La protesta in piazza Affari

ultima cena protesta finanza 2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento