Attualità

Continua la protesta dei lavoratori del Pini

Mercoledì la manifestazione contro i tagli dell’orario di lavoro e degli stipendi

Uno dei presidi che si era tenuto nei mesi scorsi

Non si ferma la protesta dei lavoratori della pulizia e della ristorazione del Gaetano Pini. Dopo gli scioperi del 2020 per il cambio d'appalto che ha portato al subetro dell'azienda Markas srl e al taglio di orari e stipendi, per mercoledì 12 maggio il sindacato Flaica - Cub ha indetto un presidio di fronte all'ospedale.

"La vicenda dei lavoratori degli appalti di pulizia e ristorazione dell’Asst Gaetano Pini/Cto è un esempio di come le esternalizzazioni siano strumenti per generare precarietà e povertà diffusa - si legge in una nota del sindacato -.  I politici si sono riempiti per mesi la bocca con il 'rilancio della sanità pubblica', eppure al Pini si tagliano i salari e si peggiorano i servizi e nessuno dice nulla! Parliamo di oltre 100 lavoratori che, ad ottobre 2020, a seguito dell’ennesimo cambio d’appalto al ribasso pilotato da Regione Lombardia e dall’Azienda Ospedaliera, si sono visti tagliare l’orario di lavoro fino al 30% dall’azienda subentrante Markas".

Quella dei tagli - sottolineano da Flaica - Cub - è una situazione dannosa sia per i lavoratori, che si vedono costretti a una paga misera, sia per la sanificazione dell'ospedale, che ha subito un brutto colpo. Ad aggravare il quadro, poi, il rifiuto dell'azienda Markas di accettare un confronto sulle problematiche di chi lavora nei settori pulizie e ristorazione del Pini. Obiettivo dell'iniziativa di mercoledì, infatti, è proprio chiedere un incontro con la direzione ospedaliera.

"Chiediamo a tutti i lavoratori del Gaetano Pini e agli utenti - chiosa un volantino del sindacato - di sostenere la nostra lotta e di diffonderla, per fare sapere a tutti quali abusi si stanno consumando in un ospedale che doveva essere una delle eccellenze sanitarie lombarde".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua la protesta dei lavoratori del Pini

MilanoToday è in caricamento