menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Protesta ristoratori piazza Scala foto Ansa

Protesta ristoratori piazza Scala foto Ansa

Ristoratori e autonomi in ginocchio in piazza Scala: "Noi, dimenticati dallo Stato"

La protesta davanti a Palazzo Marino per chiedere aiuti nel fronteggiare il post emergenza

"Cassa integrazione fino a fine 2020", "basta accise e Iva", "Sala come Schettino". Questi alcuni dei messaggi mostrati dai partecipanti alla protesta che si è tenuta in piazza della Scala, davanti a Palazzo Marino, venerdì mattina. I presenti si sono anche inginocchiati "in ricordo di tutte le vittime delle partite Iva", come da loro affermato.

La manifestazione ha visto partecipare alcune decine di ristoratori milanesi e lavoratori autonomi che davanti alla sede del Comune di Milano hanno chiesto all'amministrazione aiuti per fronteggiare la crisi economica del post emergenza.

Diverse le richieste dei manifestanti, dalla sospensione della tassa dei rifiuti e di quella di occupazione del suolo pubblico fino a fine 2021 al pagamento degli oneri di sistema soltanto in bolletta. I partecipanti alla protesta, come da loro affermato, si sono poi inginocchiati nella piazza "per ricordare coloro che in questi mesi si sono suicidati e per mostrare solidarietà ai lavoratori a partita Iva dimenticati dallo Stato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento