rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Attualità Monforte / Corso Monforte

Fuori dalla prefettura con un quadro di Salvini versione Robocop: donna fermata dalla polizia

Il racconto di Cristina Donati Meyer, che aveva esposto un'opera sul ministro dell'Interno

Ha raffigurato Salvini come un novello Robocop che esce dal mare. Poi, con la sua tela "in pugno", si è presentata fuori dalla Prefettura per rendere ancora più chiaro e forte il suo messaggio. Ma alla fine, almeno così ha raccontato lei stessa, è stata fermata dalla polizia. 

Protesta giovedì pomeriggio in corso Monforte a Milano, dove l'artista Cristina Donati Meyer ha affisso la sua opera con Salvini in versione Robocop che esce dal mare, un chiarissimo riferimento a tutte le polemiche degli ultimi giorni su Acquarius, la nave con 630 migranti a bordo che Salvini non ha voluto far attraccare in Italia decidendo di dirottarla in Spagna. Poco dopo il suo arrivo, la donna è stata raggiunta dagli agenti della Digos, che l'hanno identificata e le hanno tolto la "caricatura" del Ministro dell'Interno. 

"Alle 13.30 abbiamo esposto e affisso un'opera raffigurante il ministro degli interni Salvini nelle vesti di 'Robocop' che sorge dal mare - ha spiegato l'artista -. ProAfrica Onlus ha commissionato l'opera e la performance di protesta. L'iniziativa è stata interrotta bruscamente dall'intervento della Polizia e della Digos".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuori dalla prefettura con un quadro di Salvini versione Robocop: donna fermata dalla polizia

MilanoToday è in caricamento