Attualità

La ragazza che gira per Milano sui trampoli

Il suo nome d'arte è Lunaridens. A vederla si fermano, ammirati, anziani, bambini e giovani

Lunaridens (foto Gianfranco Ferraro)

Lunedì 26 aprile si festeggia il ritorno della Lombardia in zona gialla. Ma anche durante i tempi più difficili dei lockdown c'è chi ha saputo mantenere viva la magia di Milano, portando la musica, il teatro e l'arte in giro per questa città profondamente cambiata dalla guerra contro la pandemia. Vi avevamo parlato delle attrici di Teatro Delivery e dei loro spettacoli, dei concerti sui pianerottoli organizzati da Lucia Martinelli con i suoi musicisti, della libraia-cantastorie Francesca di Mamusca e di Riccardo Dell'Orfano con la sua fisarmonica. Ma tra gli artisti che anche in zona rossa hanno rallegrato Milano con le loro performance c'è anche la 'ragazza che cammina sui trampoli', aka LunaridensMilanoToday l'ha incontrata per farsi raccontare la sua storia.

Come si diventa trampoliera?

"Io ho iniziato un po' per caso, era il 2016 e in vacanza, a una festa medievale, avevo visto uno spettacolo di tessuti aerei. Volevo studiare questa tecnica a Milano, ma all'inizio non trovavo nulla, poi un giorno sono scesa a prendere il pane e ho visto che proprio sotto casa mia stava aprendo l'associazione culturale Masada. È lì che ho iniziato a frequentare il corso di tessuti aerei di Monica Vignetti della compagnia Omphaloz, una persona a cui sono particolarmente grata perché mi ha trascinato in questo ambiente: da quel momento mi si è aperto un mondo. È stato come un albero che si è diramato in tante diverse discipline (comprese quelle circensi che ho portato anche nelle scuole primarie), tra cui quella dei trampoli, che poi sono diventati il mio grande amore".

Il tuo amore ma non solo, questo è anche il tuo lavoro...

"Sì, lo è diventato. Io prima della pandemia lavoravo come trampoliera e saltimbanco, oltre a posare come modella all'Accademia delle belle arti di Brera. Il mio mondo da anni era diventato quello del teatro e del circo di strada, facevo anche spettacoli con il fuoco. Allo stesso tempo lavoravo come maestra, professione che in questo periodo per me è diventata invece quella principale, visto che tutto il resto è rimasto fermo per moltissimi mesi".

Da quando è scoppiata la pandemia quindi non hai più potuto fare spettacoli?

"Per un anno ho fatto solo pochissimi lavoretti. Per fortuna il quartiere Dergano-Bovisa, come ho scoperto dopo essermici trasferita, pullula di artisti ed è qui è ho conosciuto il gruppo Donne di Dergano (sui social attivo con gli hashtag '#DDDB' e '#incursioniartistiche') e ho ritrovato Riccardo dell'Orfano, mio compagno del liceo Tenca, che ho incontrato dopo anni. Grazie a loro nei mesi scorsi ho potuto prendere parte a due giorni di spettacoli, in una dimensione di quartiere e di condominio. Insieme siamo riusciti ad animare molti luoghi della zona, e non solo, anche defilati, inclusi spazi verdi che di solito sono poco frequentati. Quando lo scorso febbraio con Riccardo siamo scesi in strada, lui con la fisarmonica e io con i trampoli, la prima reazione delle persone è stata di stupore. Ma subito dopo c'è stata anche tanta partecipazione: la gente si affacciava persino dalle finestre per assistere. Io inizialmente ero un po' spaesata e sorpresa di ritrovarmi in strada dopo tanto tempo con i trampoli e un costume, il primo giorno mi sentivo molto rigida, ma poi è andato tutto benissimo, è stato veramente meraviglioso".

Per che pubblico vi siete esibiti?

"All'inizio con Riccardo eravamo da soli in giro per Milano. Io ho danzato e interpretato vari brani sui trampoli. Poi intorno a noi si è raccolto un pubblico molto vario. Si sono fermati a vederci i bambini con le loro famiglie, le persone anziane, che hanno molto apprezzato le canzoni in dialetto, e anche alcuni ragazzi giovani. Questo tipo di spettacolo mi ha dato l'oppurtunità di  conoscere altri artisti e persone che hanno voglia di tornare alla vita nonostante tutto quello che è successo. Spero che presto potremo presentare un'altra iniziativa come quella dello scorso anno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ragazza che gira per Milano sui trampoli

MilanoToday è in caricamento