rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Attualità San Siro / Piazzale dello Sport

La storica tribuna secondaria dell'Ippodromo di San Siro verrà restaurata

Partiti i lavori a cura di Snaitech: la struttura tornerà ad essere utilizzabile dal pubblico. Intanto nel 2020 l'Ippodromo ha compiuto cent'anni

Sono partiti i lavori di restauro della tribuna secondaria dell'Ippodromo di San Siro, la struttura liberty costruita nel 1920 e inaccessibile al pubblico da dieci anni. I lavori, per i quali Snaitech investirà più di tre milioni di euro, termineranno a settembre 2021, in tempo per la Milano Design Week. 

Costruita nel 1920 da Paolo Vietti Violi insieme al resto dell'impianto, la tribuna ha una capienza di duemila posti e si sviluppa su tre livelli: due piani di gradinate sovrapposte che si affacciano sulle piste e, sul retro, spazi al pianterreno che si affacciano sul meraviglioso Cavallo di Leonardo. Un tempo era la tribuna più popolare dell'Ippodromo: nobili e borghesi prendevano infatti posto nella tribuna del Peso, nella palazzina in cui avvenivano le operazioni di pesatura di fantini e sella, oppure nella tribuna principale. I lavori punteranno a restaurare la struttura ripristinandone l'agibilità. In futuro, poi, lo spazio antistante la tribuna, distanziata di circa trenta metri dal tracciato, potrebbe essere utilizzato per attività sportive come tennis, beach volley o basket.

«La riqualificazione della tribuna secondaria - ha dichiarato Fabio Schiavolin, amministratore delegato di Snaitech - è un tassello importante del nostro piano di valorizzazione di questo magnifico impianto. I lavori non solo amplieranno la capienza dell’ippodromo, ma riporteranno all’antico splendore un pezzo di storia dell’ippica e della città. La scelta di investire in questo progetto, peraltro in un momento in cui l’ippica corre a porte chiuse a causa dell’emergenza sanitaria, testimonia la volontà di Snaitech di continuare a investire per portare avanti la tradizione ippica di questo magnifico impianto e portare l’ippodromo sempre più al centro della città».

Cent'anni di Ippodromo

Neocentenario, l'Ippodromo di San Siro fu inaugurato il 25 aprile 1920 e, grazie alla maestria dell'architetto che lo progettò, divenne immediatamente un punto di riferimento per gli impianti edificati in seguito. E' l'unico impianto ippico al mondo ad essere dichiarato monumento d'interesse nazionale. Compreso in un'area di quasi un milione e 400 mila metri quadrati, costituisce anche un grande polmone verde. Ed è un "pezzo" importante della storia di Milano: vi transitarono importanti personaggi, da un giovane allenatore di nome Luchino Visconti al convalescente Ernest Hemingway, ma anche migliaia di appassionati dell'ippica e delle corse. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storica tribuna secondaria dell'Ippodromo di San Siro verrà restaurata

MilanoToday è in caricamento