Coronavirus, dal 12 maggio riapre il tribunale di Milano: ecco le nuove regole

Il lavoro all'interno del palazzo di giustizia è stato rallentato anche a causa dell'incendio di fine marzo

Porte aperte (o quasi) al tribunale di Milano. Dal 12 maggio "potranno essere celebrate udienze dibattimentali anche per processi non ricompresi nella tipologia a 'trattazione necessaria'", è quanto si legge nelle linee guida per lo svolgimento dell'attività giudiziaria firmate dal presidente del tribunale di Milano Roberto Bichi.

Almeno per il momento, tuttavia, non si tornerà alla situazione prima del lockdown. I presidenti delle sezioni penali, infatti, creeranno dei calendari che prevedono "un numero di udienze sensibilmente ridotte, da celebrarsi in fasce orarie con inizio differenziato in relazione alla presenza del personale di cancelleria con processi chiamati ad orari differiti e distanziati in modo tale che il singolo processo possa essere esaurito prima dell'effettiva trattazione dell'altro".

Per il momento si prospetta la possibilità di garantire "i servizi di assistenza giornaliera di udienza per massimo due aule per sezione, secondo orari da verificare con i direttori di cancelleria e comunque, con termine non oltre le ore 18". Secondo quanto trapelato avranno priorità i procedimenti con imputati sottoposti a misura di custodia cautelare, udienze di smistamento, relative all'istituto della messa alla prova, le udienze di definizione per prescrizione e davanti alla sezione delle misure di prevenzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma in questo periodo la giustizia milanese non è stata rallentata solo dal coronavirus. "Altro fattore incidente sullo svolgimento dell'attività ordinaria nel periodo prossimo — si legge sempre nelle linee guida firmate da Bichi — è il permanere delle conseguenze operative derivanti dall'incendio del 24-25 marzo (al settimo piano del palazzo di giustizia, ndr) che ha compromesso in maniera grave le funzionalità dei servizi gip-gup e, in parte, civili", sottolinea Bichi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Incidente sulla A8, si schianta contro guardrail al casello: gravissimo 45enne

  • Inseguito con la Porsche dopo la tentata rapina, uomo in scooter si schianta: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento