Attualità Brera / Via Brera, 28

Oggi riapre la Pinacoteca di Brera (e il biglietto dura 3 mesi)

Il 4 maggio riapre la Pinacoteca di Brera. Novità per il biglietto, che si trasforma in Brera card

Brera riapre. Martedì 4 maggio, grazie al passaggio in zona gialla della Lombardia, la Pinacoteca spalanca di nuovo le sue porte al pubblico. "Dall'inizio della pandemia, nel rispetto delle disposizioni ministeriali, il museo è stato costretto a chiudere in tre occasioni, marzo 2020, novembre 2020, febbraio 2021. Un distacco ogni volta difficile senza che sia mai stato interrotto il dialogo con i visitatori, grazie a una potenziata proposta online e alla grande innovazione rappresentata da Brera Plus+ - sottolineano dalla direzione -. Se l'emergenza sanitaria non può dirsi ancora superata, anche oggi Brera riprende con coraggio la propria opera di rinnovamento della fruizione museale, introducendo una grande novità e dando il via a una fase di rodaggio".

Da martedì 4 maggio, infatti, Brera torna ad essere a pagamento - da giugno l'ingresso era stato gratuito -, ma il biglietto non sarà più anonimo. In vendita, infatti, ci sarà la tessera nominale "Brera card" che dà diritto a visitare le sale del museo fisico e ad accedere per un anno alle stanze del museo virtuale, Brera Plus+. Insieme alla carta, i visitatori avranno la "temporary card degli Amici di Brera" che permetterà di ritornare al museo gratuitamente un numero illimitato di volte per tre mesi. 

"La Pinacoteca in questo modo non si rivolge più a semplici visitatori, spesso collegati a un modello di visita 'mordi e fuggi', ma accoglie dei 'soci' che con Brera condividono visioni, progetti, ricordi - spiegano dalla Pinacoteca -. Un  processo che realizza pienamente l'idea del ruolo sociale svolto per la propria comunità dalla Pinacoteca: ovvero un museo già prima della pandemia lontano da un turismo di massa, in ogni caso ormai tramontato, e interessato piuttosto a suscitare un senso di condivisione e di appartenenza".

"Con questa nuova riapertura, dopo lunghi mesi, facciamo un altro passo verso la normalità. Ma non verso la normalità di prima, ma una normalità post covid che prevede nuovi modi di agire, interagire, lavorare e pensare - il commento di James Bradburne, direttore della Pinacoteca di Brera e della Biblioteca Nazionale Braidense -. Il biglietto in questa visione appartiene al passato, così come il visitatore. Nel mondo post covid, senza voler ricreare una dipendenza fragile dal turismo di massa, il nostro impegno è nei confronti della comunità: il biglietto diventa una tessera e il visitatore un socio che fa parte della comunità braidense. Il museo si trasforma, come voleva Franco Russoli in un 'luogo d'impegno', che affianca il cittadino dalla nascita alla morte. Così - conclude Bradburne - esprimiamo la nostra doppia missione: Brera nel cuore della città, l'utente al centro di Brera". 

Per visitare Brera sarà necessario prenotare la card - 15 euro prezzo intero, 10 ridotto - sul sito ufficiale della Pinacoteca. 

La Pinacoteca sarà aperta con questo orario (valido fino al 16 maggio ):

marted ì: 9,30-14,30 (ultimo ingresso ore 13,30)

mercoledì: 12,30-17,30 (ultimo ingresso ore 16,30)

giovedì: 12,30-17,30 (ultimo ingresso ore 16,30)

venerdì: 9.30-17,30 (ultimo ingresso ore 16,30)

sabato: 9,30-17,30 (ultimo ingresso ore 16,30)

domenica: 12,30-17,30 (ultimo ingresso ore 16,30)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggi riapre la Pinacoteca di Brera (e il biglietto dura 3 mesi)

MilanoToday è in caricamento