rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

Vaccino Jonhson & Johnson, parte il richiamo in Lombardia

La platea lombarda riguarda quasi 294 mila persone

Sono 294 mila scarse le persone che, al 10 novembre 2021, hanno ricevuto il vaccino anti covidi di Johnson & Johnson, quello monodose, in Lombardia. L'1,93% del totale. Tutte queste persone potranno, da giovedì 11 novembre, prenotarsi per la dose 'booster', che verrà effettuata con Pfizer o Moderna, dopo il via libera a livello nazionale.

Dovranno essere passati almeno sei mesi dalla dose 'unica'. La prenotazione dell'appuntamento potrà comunque essere effettuata dall'11 novembre, attraverso il solito portale web, e sarà il sistema a proporre date compatibili con l'attesa di sei mesi. Tra le persone che avevano ricevuto il monodose di Johnson & Johnson, i senzatetto e i migranti (anche irregolari in Italia). Persone che, ora, occorrerà nuovamente rintracciare per invitarle a farsi somministrare un'altra dose di vaccino anti covid.

Terza dose a mRna per vaccinati Sputnik e Sinovac

Contemporaneamente parte la possibilità di ricevere una dose di Pfizer o Moderna per coloro che sono stati vaccinati in altri Paesi con vaccini anti covid che l'Ema e l'Aifa non hanno autorizzato, principalmente il russo Sputnik e i cinesi Sinovac e Sinopharm, diffiusi ad esempio nell'Europa dell'Est, ma anche a San Marino dove la popolazione è stata immunizzata con Sputnik. 

La tempistica, per queste persone, varia. Se sono già passati sei mesi, verranno invitati a un ciclo completo di due dosi a mRna, prenotando sul portale vaccinale. Altrimenti, dopo 28 giorni dal completamento del ciclo col vaccino non autorizzato da Ema e Aifa, potranno effettuare la dose 'booster' accedendo direttamente al centro vaccinale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino Jonhson & Johnson, parte il richiamo in Lombardia

MilanoToday è in caricamento