Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità

Treni in maxi ritardo, la Regione: "Colpa di Rfi, il maltempo non è una scusa"

Dopo i maxi ritardi accumulati dai convogli Trenord la Regione ha chiamato in causa Rfi, azienda che si occupa della manutenzione degli impianti

È stata una mattinata nera quella di giovedì 16 settembre per i pendolari milanesi che hanno dovuto fare i conti con i ritardi accumulati dai convogli Trenord. I treni sono rimasti bloccati sui binari a causa di un guasto agli impianti di Rfi, guasti che si sono verificati all'altezza del bivio Mirabello, nella galleria tra le stazioni di Milano Greco e Milano Garibaldi, e nel Passante Ferroviario. Non solo, guasti anche ai passaggi a livello di Seregno e di Ponte in Valtellina.

Tutto questo ha determinato la cancellazione di svariate corse e ritardi che, per l'intera mattinata, si sono propagati sulle principali linee del nord Lombardia: sulla S8 Milano-Lecco solo il 28% delle corse è arrivato puntuale, l'11% sulla Milano-Como, il 25% sulla Milano-Bergamo via Carnate, il 44% sulla Milano-Tirano. Alle ore 10, dei 516 treni circolati, 66 hanno superato i 15 minuti di ritardo e 21 i 30 minuti.

"Il maltempo non può essere una giustificazione rispetto al malfunzionamento degli impianti di Rfi - ha commentato in una nota l'assessore regionale alle infrastrutture e trasporti Claudia Terzi -. La società statale gestisce la gran parte della rete ferroviaria in Lombardia: è necessario che dia prove di maggiore efficienza limitando il più possibile disservizi di questo tipo che impattano pesantemente sulla qualità del viaggio dei pendolari". (LNews)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni in maxi ritardo, la Regione: "Colpa di Rfi, il maltempo non è una scusa"

MilanoToday è in caricamento