rotate-mobile
Attualità

Regionali, Sala: "Letta chiarisca, serve un nome entro l'estate"

"Fontana penso si ricandidi", ha aggiunto il sindaco

Una possibile ricandidatura del governatore lombardo, Attilio Fontana e la necessità che il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta venga a fare chiarezza affinché sia individuato il nome di un candidato per il centro-sinistra entro l'estate. Questi i punti citati dal sindaco di Milano Beppe Sala a proposito delle prossime elezioni regionali.

"Sulle cose importanti con Attilio Fontana si collabora, i rapporti sono buoni e penso pure che Fontana si ricandidi - ha detto Sala nel corso del confronto con il consigliere comunale Luca Bernardo a Palazzo Marino, giovedì 24 febbraio -. Questa è una mia opinione". "Quando andremo a votare per le regionali - ha continuato il primo cittadino - il centro-destra governerà da quasi 30 anni e non siamo stati capaci di spiegare ai cittadini lombardi che possiamo fare meglio. Penso che Fontana si ricandiderà, credo che sia bene che il segretario Letta venga a Milano e chiarisca il percorso che non è facile. È chiaro che il centro-destra è favorito, l'unica possibilità è fare campagna lunga e avere un candidato in campo prima delle vacanze, le primarie non sono necessarie se c'è una candidatura forte, credo che Letta debba venire qui, far capire che intenzioni abbia, bisogna cercare di affrontare quali sono le debolezze della gestione della Lombardia".

"Mi viene da dire, per farvi sorridere, Bernardo presidente. Ovviamente scherzo, con tutti i problemi che ci sono sorridere fa bene - ha detto Bernardo durante il dibattito sempre parlando delle prossime elezioni regionali e del candidato del centro-destra -. L'importante credo sia comprendere cosa deciderà Fontana, e quindi se proseguire (...). Lo può decidere solo lui. Sicuramente ci sono nel centro-destra nell'eventualità tanti nomi importanti, di levatura culturale e politica. L'importante credo sia innanzitutto che lo si faccia in tempo".

"Servono i tempi di una lunga campagna per comprendere e capire il programma, e saranno poi i cittadini a scegliere - ha chiosato Bernardo -. Poi qualora non sia Fontana, che si scelga il più bravo e vicino ai bisogni della città e della regione. Sicuramente il mio voto ce l'ha".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Sala: "Letta chiarisca, serve un nome entro l'estate"

MilanoToday è in caricamento