Didattica a distanza, Sala: "Scuole chiuse sono un'enorme sofferenza"

Il sindaco lo ha affermato durante la conferenza di presentazione del progetto 'Connetti la scuola – Accendi il futuro', del comune di Milano in collaborazione con Fondazione Bpm

"Io credo che vedere le scuole chiuse sia un’enorme sofferenza e da subito mi sono espresso con chiarezza e ho detto che bisognava fare tutto il possibile per aprirle quando fosse possibile. La didattica a distanza può essere completare non assoluta”. Queste le parole del sindaco di Milano, Beppe Sala durante la conferenza stampa di presentazione del progetto 'Connetti la scuola - Accendi il futuro', dedicato al rafforzamento della connettività delle scuole pubbliche milanesi e realizzato dal comune di Milano in collaborazione con Fondazione Banca Popolare di Milano.

"In questa situazione - ha poi voluto mettere in luce il primo cittadino - la didattica a distanza deve però garantire che non si creino ancor più squilibri e ancora più classifiche tra studenti di serie a e di serie b in funzione della disponibilità di adeguate strumentazioni nelle loro scuole o nelle loro case".

A condividere la polizione di Sala anche l'assessora comunale all'Educazione e Istruzione, Laura Galimberti che ha chiarito: "La didattica a distanza non è e non può essere l'unica possibilità per la scuola, anzi, siamo tristissimi che sia stata adottata come misura di prevenzione per combattere la pandemia relativamente alle scuole. Questa è stata una perdita non solo di relazione ma di capacità per tutti i ragazzi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento