Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità Isola / Via Pietro Borsieri, 39

Ecco l'hub di Milano che salva il cibo dalla spazzatura e lo regala a chi è in difficoltà

È la seconda struttura realizzata in città. Ecco come lavorerà e da chi è gestita

L'obiettivo è uno solo: evitare che il cibo finisca nella spazzatura e donarlo a chi ha realmente bisogno. Per questo nella giornata di mercoledì 7 ottobre è stato inaugurato a Lambrate il nuovo hub di quartiere contro lo spreco alimentare. La struttura si trova in via Bassini e si aggiunge a quella di via Borsieri che in un anno ha permesso di recuperare 77 tonnellate di cibo che equivalgono a 154mila pasti.

Cinque le insegne della grande distribuzione, con diversi punti vendita, che hanno già confermato la partecipazione all'iniziativa (altre potranno aggiungersi nel corso delle prossime settimane): Lidl, Il Gigante, Penny Market, Aldi, Conad. Seguendo il modello già attivo in via Borsieri – che in un anno ha coinvolto 21 organizzazioni non profit, 11 supermercati e 5 mense aziendali –, anche in questo nuovo hub di quartiere saranno coinvolte le onlus del territorio (l’obiettivo è di includerne un minimo di 14) per arrivare a raccogliere e donare circa 60 tonnellate di cibo all'anno.

"La pandemia ha complicato il percorso, ma nonostante il lockdown siamo riusciti a garantire l’apertura e l’avvio dell’hub anche a Lambrate — ha dichiarato la vicesindaca di Milano Anna Scavuzzo —. Molto importante è la crescita della rete di soggetti con cui realizziamo l’attività, che si arricchisce di nuovi partner, quali BCC Milano e Avis Milano, insieme al Banco Alimentare che conferma il proprio fondamentale apporto grazie anche alla sua preziosa rete di volontari".

Hub di quartiere: il progetto

Il progetto degli hub di quartiere è nato nel 2016 su impulso del Comune di Milano, insieme a Politecnico di Milano, Assolombarda e Fondazione Cariplo, attraverso il protocollo di intesa ‘Zero Sprechi’. Queste sinergie sono alla base dell’attuazione di una Food Policy sempre più efficace e diffusa nella città di Milano.

L’associazione Banco Alimentare della Lombardia, vincitrice del bando di assegnazione dell’hub, garantirà la gestione dell’attività operativa e quotidiana, recuperando le eccedenze alimentari e distribuendole alle strutture caritative partner del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco l'hub di Milano che salva il cibo dalla spazzatura e lo regala a chi è in difficoltà

MilanoToday è in caricamento