Attualità

Non ce la fa Samuele, muore a 14 anni: era stato in cura a Milano

Giovane calciatore di talento, aveva un forte dolore a una gamba che non passava: non ce l'ha fatta

Prima il dolore che non passa. Poi le cure a Milano. Ma, nonostante abbia lottato come un leone, la malattia ha avuto la meglio.

La comunità trevigiana di Castello di Godego piange Samuele Vispo, di soli 14 anni. Il giovane lascia la mamma Nadia e il papà Roberto.

Tra i primi a ricordare il ragazzino, il presidente della società Godigese Calcio con la quale Samuele giocava, nel settore giovanile: “Tutta la società Godigese si stringe alla famiglia e agli amici del giovane in questo triste momento e porge loro le più sentite condoglianze”. La stesa Godigese calcio ha annunciato che "in segno di lutto per la prematura scomparsa di Samuele, si comunica che tutte le attività in programma venerdì 3 maggio) sono sospese".

Il funerale di Samuele è stato fissato sabato 4 maggio alle ore 15 nella chiesa Parrocchiale Castello di Godego.

Secondo quanto riportato dalle testimonianze, le prime avvisaglie della malattia risalgono ad un anno fa. Samuele aveva un disturbo continuo alla gamba che persisteva. Da qui gli accertamenti medici e la diagnosi neoplasica. Il ragazzino, insieme alla sua famiglia, ha combattuto con forza, seguendo le cure prima all’ospedale di Padova, poi trasferendosi a Milano; infine, una cura sperimentale a Marsiglia, in Francia.

Dopo Pasqua c'è stato il repentino peggioramento delle sue condizioni. Il suo cuore ha smesso di battere la notte dell'1 maggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non ce la fa Samuele, muore a 14 anni: era stato in cura a Milano

MilanoToday è in caricamento