"Abbattere San Siro? Istituzioni italiane non conoscono storia": la difesa del Guardian

Un articolo comparso sul giornale britannico si chiede come sia possibile che lo stadio venga considerato privo di interesse culturale

"San siro non ha interesse culturale e può essere demolito. Scusate, che cosa?". È la domanda posta dal giornale britannico The Guardian che attraverso un lungo articolo pubblicato nei giorni scorsi ha espresso perplessità sulla decisione della Sovraintendenza regionale di dare l'ok all'abbattimento, denunciando che le istituzioni italiane "non conoscono la loro storia".

"Nonostante alcune parti dello stadio potrebbero essere preservate all'interno di un nuovo distretto sportivo e d'intrattenimento - si legge nel pezzo di Martin Dunlop -, lo stadio in sé molto probabilmente sarà sostituito con una nuova arena da 60mila posti. (...) Ma abbattere San Siro è come demolire una cattedrale".

In difesa del monumento simbolo di Milano, il Guardian ripercorre la sua storia da quando fu inaugurato nel 1926 passando per i campionati mondiali del 1934, vinti dall'Italia; l'acquisizione dello stadio da parte della città nel 1935; le modifiche strutturali che subì negli anni, con il significativo aumento dei posti a sedere negli anni '50; i campionati europei del 1965; e la costruzione del terzo livello con le caratteristiche travi rosse e le torri cilindriche alla fine degli anni '80.

Il giornale non manca di declamare la bellezza del Meazza, da cui nelle giornate limpide "si riusciva a catturare il luccichio della Madonnina" e che ha conquistato milioni di spettatori con la sua unicità e la sua "magia" che non deludono mai, oltre ad essere stato teatro dei più grandi goal nella storia italiana del calcio.

"Ci possono essere ragioni economiche, strutturali e logistiche pe abbattere San Siro - conclude l'articolo - ma il progetto sembra assurdo se si ha una visione romantica del calcio. Piani come questo in Italia spesso richiedono molto tempo prima di poter essere avviati, quindi c'è un barlume di speranza. Non si sa cosa ci sarà nel futuro di questo magico stadio, ma sicuramente riveste un interesse culturale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento