rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Il voto

Il Governo salva Daniela Santanché

La diretta interessata non si è neanche presentata in aula ad ascoltare il dibattito

Nessuna sorpresa alla Camera dei Deputati, dove la maggioranza "allargata" a Italia Viva e ad altri esponenti di area centrista delle opposizioni ha respinto con 213 no contro 121 sì la mozione di sfiducia contro la ministra del Turismo, Daniela Santanchè, su cui pendono diversi procedimenti giudiziari, primo tra tutti quello della Procura di Milano che la vede indagata per truffa aggravata all'Inps. 

Tutto il caso Visibilia-Santanchè

La diretta interessata non si è neanche presentata in aula ad ascoltare il dibattito, ma è partita alla volta di Napoli, dove è attesa al museo nazionale di Pietrasa, nella zona di Portici. "Ho cose più importanti da fare, sono in viaggio", ha detto ai cronisti che le chiedevano se avrebbe presenziato a Montecitorio. Tuttavia, rispetto al voto sull'altra mozione di sfiducia, quella contro il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, la vicenda sembra tutt'altro che chiusa: sono infatti in molti, sia nella maggioranza che tra i banchi delle minoranze, a dare per scontato che in caso di rinvio a giudizio Santanchè farà un passo indietro spontaneo o "fortemente richiesto" dalla premier Giorgia Meloni, che secondo indiscrezioni avrebbe già di fatto commissariato la ministra imponendo Alessandra Priante alla presidenza dell'Ente Nazionale per il Turismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Governo salva Daniela Santanché

MilanoToday è in caricamento