rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Chinatown / Piazzale Antonio Baiamonti

Milano avrà un'altra "piramide" (in centro città)

Il consiglio comunale ha detto sì alla seconda piramide di Herzog a Porta Volta

Via libera alla "piramide". Giovedì sera il consiglio comunale di Milano ha dato l'ok definitivo alla seconda "piramide" - gemella di quella oggi occupata da Feltrinelli - progettata dagli architetti Herzog e De Meuron. La costruzione, un po' più piccola dell'altra, sorgerà sempre in piazza Baiamonti, di fronte alla "collega": 

L'aula, che ha discusso la versione definitiva del piano di governo del territorio, ha bocciato l'emendamento del consigliere del Pd, Carlo Monguzzi, che aveva proposto di creare in quell'area uno spazio verde. La richiesta era arrivata anche, e soprattutto, dopo una serie di osservazioni presentate dai residenti al Pgt. 

La nuova sede di Microsoft

"Dobbiamo dare un segnale importante, meno cemento e più alberi - aveva auspicato lo stesso Monguzzi -. Avevamo l'occasione di passare alla storia come quelli che hanno spezzato una piramide di cemento in due e piantato alberi al suo posto". 

Il sì definitivo però è passato, nonostante i voti contrari di Monguzzi e Milly Moratti - entrambi della maggioranza - e la decisione di astenersi di Alessandro Giugni, anche lui del Pd. 

"Il progetto di Herzog prevedeva due porte - il commento dell'assessore all'Urbanistica, Pierfrancesco Maran -, una è già stata realizzata. Si tratta di uno dei progetti più interessanti di riqualificazione fatti in Europa negli ultimi dieci anni e sarebbe un peccato non andarlo a completare". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano avrà un'altra "piramide" (in centro città)

MilanoToday è in caricamento