rotate-mobile
Le parole del governatore

Fontana è preoccupato per la siccità: "O piove o la situazione precipita"

Le parole del governatore lombardo

Per ora la situazione è stata gestita, ma, se non piovesse nel giro di poco tempo, saranno guai. Lo ha affermato Attilio Fontana, governatore della Lombardia, ai microfoni di TgCom24, rispondendo ad una domanda sul problema della siccità. "E' chiaro che la situazione rischia di precipitare se non inizierà ad arrivare un po' di acqua dal cielo", ha affermato il presidente regionale.

Dossier: la siccità non si risolve con una pioggia

"La situazione attuale è di una gravità mai verificatasi in Lombardia", ha continuato: "Sono due mesi che monitoriamo la situazione e stiamo cercando di utilizzare nel miglior modo possibile l'acqua che rimane. Bisogna salvaguardare da un lato l'aspetto dell'uso civile e, dall'altro, l'agricoltura". In questi giorni l'assessore regionale alla montagna Massimo Sertori aveva detto che la Lombardia è pronta a chiedere lo stato di calamità (che significa ristori economici per gli agricoltori che perdono il raccolto) ma non quello d'emergenza (che significa riservare l'acqua disponibile solo per usi civili e non agricoli).

Tra le misure concordate con gli imprenditori agricoli lombardi, l'accordo sul momento della semina, che ha permesso di riempire un po' di più i laghi per rilasciare l'acqua quando i campi ne hanno maggiormente bisogno, e poi quello con i gestori di bacini idroelettrici, per avere, in queste settimane, una maggior disponibilità di rilascio dell'acqua.

Prossima mossa, per Fontana, quella di stringere un accordo con la Svizzera per il Lago Maggiore. Strada in salita perché, come riferito sempre da Sertori, anche i bacini svizzeri sono attualmente in grave sofferenza idrica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fontana è preoccupato per la siccità: "O piove o la situazione precipita"

MilanoToday è in caricamento