Mercoledì, 4 Agosto 2021
Attualità

Milano "non è tra le città più insicure" (e arrivano 500 vigili)

Le parole del sindaco uscente Beppe Sala sul tema sicurezza

Milano insicura e pericolosa? No. Lo garantisce Beppe Sala, sindaco uscente e candidato alle prossime elezioni comunali di ottobre. Parlando a un incontro al banchetto della lista "Milano in salute", il primo cittadino ha affrontato la questione sicurezza nel capoluogo lombardo. 

"È un tema delicato ma Milano non e tra le città più insicure. La città è così da tanti anni, io non la reputo insicura. Certamente c’è tanto da fare, non c’è dubbio”, le parole dell'inquilino di palazzo Marino. E ancora: “Quando facevo il direttore generale con la Moratti all’epoca nei sondaggi - ha proseguito Sala - qual era il tema numero uno? La sicurezza. È sempre così". 

Il sindaco si è poi lasciato andare a una promessa: "Io ribadisco quello che ho detto un paio di mesi fa. Ho verificato con la direzione generale, con le regole attuali e con i nostri conti possiamo assumere 500 vigili, che staranno in strada. Questa è la mia principale promessa - ha rimarcato -, dopodiché la sicurezza è fatta da polizia locale ma anche dalle altre forze dell’ordine”.

Lo stesso Sala si è poi concesso un passaggio in vista delle elezioni dopo che nelle scorse ore Luca Bernardo, candidato del centrodestra e suo principale sfidante, si è presentato alla città. "È ovvio che nel centrodestra ci sia una certa tensione e anche una lotta per la leadership vista l’evidente crescita di Fratalli d’Italia, che un po’ si rifletterà sulle elezioni milanesi. Il centrosinistra - ha concluso - in questo momento mi sembra un più compatto. Io spero che il confronto sia sulle diverse visioni della città, sulle proposte e non sull’enunciazione dei problemi”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano "non è tra le città più insicure" (e arrivano 500 vigili)

MilanoToday è in caricamento