menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le strade di Milano e hinterland diventano smart con le telecamere intelligenti

La rivoluzione annunciata dalla Città metropolitana

La Città Metropolitana di Milano presenta il "Progetto Sicurezza Milano Metropolitana", un piano pluriennale di interventi e attività affidato al Concessionario (il Raggruppamento Safety21 SpA - Municipia SpA) in seguito ad un bando di gara europeo. Tra gli obiettivi principali degli interventi ci sono la tutela del territorio, la cura dell’ambiente e il contrasto a reati come l’abbandono dei rifiuti, che troppo spesso si verificano nelle aree di sosta presenti nelle immediate vicinanze della rete stradale. 

Analisi "intelligente" della scena

Finalità da raggiungere attraverso strumenti moderni, applicazioni smart e IoT per il monitoraggio delle strade. Il piano prevede infatti, nelle zone individuate, l’installazione di innovativi sistemi di videosorveglianza delle piazzole di sosta. Si tratta di videocamere in funzione 24h/7 con un sistema di analisi intelligente della scena che si attiva in presenza di movimenti sospetti che avvengono nell’area di sosta e registra eventuali infrazioni (ad esempio l’abbandono di rifiuti) allertando direttamente la Polizia Locale e fornendo i video dell’abuso.

Cento sistemi di video sorveglianza

Il Progetto porterà all’installazione di un centinaio di sistemi di videosorveglianza sulla rete stradale controllata da Città Metropolitana di Milano. Sempre in ottica di tutela dell’ambiente, il progetto di Città Metropolitana ha inoltre previsto l’installazione di dispositivi per il monitoraggio del traffico - fino a 60 sistemi - che forniranno dati e informazioni utili per elaborare analisi e pianificare interventi atti a migliorare la circolazione, decongestionare eventuali aree di traffico intenso e contribuire al miglioramento della qualità dell’aria.

"I dati forniti da Istat e da PoliS Lombardia - commenta Arianna Censi, vicesindaca della Città metropolitana di Milano - confermano la centralità di un tema come quello della sicurezza stradale, e la necessità di programmare e attivare interventi capillari che non possono esaurirsi nelle sole attività sanzionatorie, ma che devono fare tesoro degli sviluppi tecnologici applicati alle infrastrutture stradali per fare sì che si lavori sempre più sul terreno della prevenzione e della tutela dei cittadini e del territorio".

"Siamo molto orgogliosi di contribuire alla realizzazione di questo importante progetto - dichiara Gianluca Longo, amministratore delegato di Safety21 -. L'azienda è da sempre impegnata in una costante ricerca tecnologica per contribuire concretamente alla realizzazione di infrastrutture sempre più sicure, monitorate, interconnesse e green. Riteniamo che, in un settore cruciale come quello della circolazione stradale, l’intervento di aziende private, in stretto coordinamento con la pubblica amministrazione, possa fare davvero la differenza, come nel caso del Progetto Sicurezza Milano Metropolitana, un piano articolato ed innovativo che spero rappresenti un modello per interventi futuri in altri territori".

Sicurezza anti-incidenti stradali

Un altro degli obiettivi del Progetto è quello di intervenire con misure e soluzioni tecnologiche avanzate in grado di prevenire e ridurre il numero degli incidenti - quindi di morti e feriti - e di aumentare la sicurezza soprattutto dei pedoni, gli utenti più deboli della strada. In Italia nel 2019 si sono verificati 172.183 incidenti stradali, che hanno provocato 241.384 feriti e 3.173 decessi. Nella sola Lombardia gli incidenti stradali sono stati 32.560 e hanno causato il ferimento di 44.400 persone e 438 decessi. Nella sola area metropolitana di Milano gli incidenti sono stati 13.607, i feriti 18.097 ed i morti 106. In merito ai pedoni, 96 sono le morti in Lombardia, il 22% circa del totale, mentre i feriti ammontano a 3.886.

Illuminazione a Led per i passaggi pedonali

Nell’area della Città metropolitana di Milano gli incidenti che hanno coinvolto pedoni, lo scorso anno, sono stati 2.018. In quest’ottica la rete stradale controllata da Città Metropolitana di Milano, nell’ambito del programma di interventi previsti, sarà oggetto di una serie di azioni preventive, alcune già implementate, tra le quali l’installazione - in aree individuate - di un innovativo dispositivo di controllo dei passaggi pedonali. Il sistema prevede quattro lampeggianti Led ad elevata luminosità installati in prossimità delle strisce pedonali e due segnalatori più esterni, che si attivano solo in presenza del pedone, e allertano i veicoli in transito, risolvendo così il problema della scarsa visibilità diurna e notturna.

Il sistema è dotato di una telecamera che registra un’area di 360 gradi, archiviando in un "cloud" certificato, 24 ore su 24, tutto ciò che avviene nel territorio circostante l’attraversamento, garantendo il controllo della zona coperta e il recupero delle registrazioni video da parte della Polizia in caso di responsabilità in un incidente. Il progetto prevede in totale l’installazione di 90 apparati: entro la fine dell’anno saranno 3, di cui 2 già installati ad oggi.

Controllo dei limiti di velocità

A completare il piano di interventi, con il fine di aumentare gli standard di sicurezza stradale, contribuirà il posizionamento di alcuni tra i più innovativi sistemi di controllo per rispetto dei limiti massimi di velocità, in grado di acquisire in tempo reale le immagini e le informazioni utili per documentare l’eventuale infrazione. In ottica smart e di ottimizzazione dei processi, tutti gli apparati tecnologici messi in campo dal Progetto sono gestiti tramite una piattaforma tecnologica unica e innovativa che integra tutti i dispositivi IoT di controllo del territorio.

"La sinergia tra pubblico e privato è sempre più fondamentale per garantire alle persone città sicure e all'altezza delle loro aspettative - afferma il presidente di Municipia, Stefano De Capitani -. Agire sul tema della sicurezza stradale, con le implicazioni anche sociali che ha sull’intera comunità, per l'Ente vuol dire investire in maniera decisa sulla tutela dei cittadini. Ecco perché è cruciale contare su un sistema di controllo efficace ed efficiente che, grazie alle nuove tecnologie, consenta di avere più risorse a disposizione da mettere al servizio del territorio, considerato che parte dei proventi è destinata per esempio alla manutenzione delle strade o all'aumento dei mezzi e delle attività di verifica. Un circolo virtuoso che mette le persone al centro".

Formazione per la "buona guida"

Tutti i valori sottesi al Progetto Sicurezza Milano Metropolitana saranno inoltre oggetto di un programma di formazione e sensibilizzazione alla buona guida rivolto alle nuove generazioni, con una serie di corsi didattici per bambini e ragazzi in età scolare. Organizzati in collaborazione con partner d’eccezione come Ducati Motors e Fondazione Asaps, gli incontri - quando le condizioni lo permetteranno - interesseranno 156 Istituti scolastici del territorio con un coinvolgimento di oltre 110.000 studenti.

Tutto il progetto è inoltre rafforzato da una diffusa campagna di comunicazione online, declinata sui portali web di informazione locale e sui social media, finalizzata alla sensibilizzazione di tutti gli utenti della strada verso un comportamento più responsabile e più consapevole dei rischi. Per permettere a chiunque di informarsi ed essere aggiornato sugli sviluppi del piano di sicurezza, è stato creato un sito web che approfondisce ogni aspetto del progetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento