menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smog, aria irrespirabile a Milano: da martedì divieti di primo livello (ma niente blocco auto)

Da martedì scattano le misure di primo livello del protocollo aria. Escluso il blocco delle auto

A Milano tira un'aria irrespirabile. A certificarlo sono i dati Arpa che per il sesto giorno consecutivo hanno registrato un livello di Pm10 superiore al limite, stabilito in 50 microgrammi per metro cubo. 

Così da martedì 17 novembre, ha fatto sapere la regione in una nota, "saranno introdotte le misure temporanee di primo livello nei comuni coinvolti" - quelli con più di 30mila abitanti, oltre a quelli che hanno aderito volontariamente - nelle province proprio di Milano e Cremona, Pavia, Bergamo, Monza, Varese, Brescia e Lodi. 

"Le misure - hanno spiegato dal Pirellone - riguardano il riscaldamento domestico con la riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni, l'agricoltura con il divieto di spandimento liquami zootecnici" e sanciscono il "divieto assoluto di combustioni all'aperto" come "accensione di fuochi, falò, barbecue, fuochi d'artificio". Si raccomanda inoltre "la massima adozione dello smartworking".

Questa volta, invece, non ci sarà nessun blocco del traffico. Il 9 novembre scorso, infatti, regione Lombardia ha deciso di sospendere parte delle misure anti smog dopo che la regione è stata messa in zona rossa e in "lockdown light" per contenere l'epidemia di coronavirus. "Sono sospese le misure temporanee sul traffico, quindi le limitazioni temporanee per i veicoli euro 4 diesel - ha confermato l'amministrazione - tenuto conto della delibera della Giunta Regionale del 9 novembre 2020 e del fatto che la Lombardia è collocata nello 'scenario di tipo 4', in forza delle misure restrittive nazionali introdotte con il Dpcm 3 novembre e con l'ordinanza 4 novembre".

"Qualora si registrassero un valore al di sotto della soglia unito a previsioni metereologiche con condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti oppure valori al di sotto della soglia per due giorni consecutivi si potrà procedere con la disattivazione delle misure temporanee", hanno sottolineato dalla regione.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento