rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità Duomo / Piazza del Duomo

Galleria e piazza Duomo, aste per spazi comunali: si parte da 18 milioni

Per l'assessore Conte (bilancio) il ricavato potrà essere speso dal comune di Milano in welfare a lungo termine

Quattro spazi comunali (di cui due negozi in Galleria Vittorio Emanuele) sono stati messi a bando da Palazzo Marino. Si tratta delle vetrine di Tod's e Davis in Galleria, del palazzo storico tra piazza del Duomo e via Dogana e dell'edificio di sei piani situato in Galleria Ciro Fontana 3.

Lo prevede la delibera sulle valorizzazioni dei canoni d'affitto, approvata dalla giunta di Milano su proposta dell'assessore al bilancio Emmanuel Conte, secondo cui si tratta di "un'operazione redistributiva: prendiamo il massimo dal mercato, dai grandi marchi, dai gruppi industriali più robusto, per redistribuirlo sui servizi di welfare della città". Per Conte, "introiti di questo tipo garantiscono un'entrata per le spese correnti, quella su cui abbiamo più sofferto soprattutto nell'utlimo bilancio, e su un orizzonte temporale lungo". Le nuove concessioni avranno infatti una durata di 18 anni. "Le prossime amministrazioni - ha proseguito l'assessore - potranno contare su introiti da affitti per un periodo lungo, sul quale programmare anche le relative spese".

Milano: quattro spazi comunali a bando

Conte è arrivato per questo a parlare di "un'operazione socialista del centro". Ma vediamo in dettaglio gli spazi a bando, partendo dai sei piani di Galleria Fontana. Il destino sarà quello di un centro commerciale di lusso, per cinque marchi, su oltre duemila metri quadrati oggi in parte liberi e in parte occupati da uffici comunali. Ma chi farà offerte potrà proporre, in alternativa, progetti per la trasformazione degli spazi in albergo. Per il momento non è arrivata alcuna manifestazione d'interesse. La base d'asta è di otto milioni di euro all'anno.

Alberghi per il palazzo di via Dogana

Ben nove, invece, le manifestazioni d'interesse (dal settore degli alberghi) finora pervenute per il secondo arengario, cinque piani e 7.500 metri quadrati tra piazza del Duomo, via Dogana, via Marconi e via Mazzini. In questo caso la base di partenza è di circa 6 milioni e 700mila euro: ci sarà un'asta a rilanci. Tre invece i bandi per la Galleria. Partiamo dai 540 metri quadrati, su quattro livelli, corrispondenti alle quattro vetrine Davis in piazza del Duomo: la base d'asta è di un milione e 565mila euro e lo spazio sarà assegnato in base ai punteggi di offerta tecnica ed economica.

Galleria: gli spazi a bando

Stessa procedura per il primo lotto attualmente occupato da Tod's, ovvero i 126 metri quadrati all'angolo tra la Galleria Vittorio Emanuele e via Pellico. Il canone minimo è di 365mila euro. Si parte invece da 545mila euro, con asta a rilanci, per il secondo lotto di Tod's, 188 metri quadrati affacciati sull'Ottagono. Nella girandola di insegne in Galleria, Tod's si è recentemente aggiudicato il negozio precedentemente occupato da Bric's.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galleria e piazza Duomo, aste per spazi comunali: si parte da 18 milioni

MilanoToday è in caricamento