San Siro, il Politecnico favorevole al nuovo stadio salvando il Meazza (con altre funzioni)

L'audizione a Palazzo Marino del rettore Resta

Il nuovo San Siro secondo uno dei due progetti in lizza

La ristrutturazione del Meazza? «Complicata e difficile». Così, in sintesi, Ferruccio Resta, rettore del Politecnico, in audizione a Palazzo Marino sulla questione dello stadio. All'ateneo è stato affidato dai club il ruolo di advisor del masterplan. Secondo il parere del Politecnico, San Siro non è in grado attualmente di "accogliere" alcune dotazioni che lo rendano competitivo e all'altezza con gli standard europei dei nuovi stadi.

In particolare mancano le dotazioni per l'accessibilità totale e interventi per la sicurezza che impatterebbero così tanto da rendere "irriconoscibile" il Meazza. E i costi di manutenzione sarebbero comunque elevati per un impianto che inizia ad avere molti anni di "età".

Ma Resta ha "aperto" alla possibilità che il Meazza non sia demolito, bensì venga trovata per il "vecchio" stadio una funzione in modo da farlo sopravvivere accanto al nuovo impianto. «Le funzioni possono essere culturali, museali, commerciali o sportive, su cui in qualche maniera sono sicuro che il Comune e le due squadre troveranno una soluzione». Salvare il Meazza dalla demolizione risponderebbe alle preoccupazioni della Sovrintendenza, secondo cui in particolare il secondo anello è meritevole di tutela, e ai dubbi di diversi consiglieri comunali, preoccupati anche dell'impatto del cantiere di demolizione (per le polveri sottili che si solleverebbero e la quantità di rifiuti da smaltire).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto Palazzo Marino sentirà anche il parere di Hines, che recentemente ha acquistato l'ex Ippodromo del Trotto, non afferente all'area del Meazza ma adiacente, per comprendere che tipo di sviluppo ha in mente il nuovo proprietario di quel "fazzoletto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

Torna su
MilanoToday è in caricamento