Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

Statale, il Tar non sospende le delibere del trasferimento a Expo

La richiesta era stata presentata dalla lista degli studenti UniSi

Strada più spianata, per la Statale, per il trasferimento delle facoltà scientifiche all'ex area Expo (tranne Veterinaria, che sta concludendo il suo trasferimento da Città Studi al nuovo campus di Kengo Kuma a Lodi). Il Tar di Milano non ha accolto i due ricorsi presentati da Manuel Tropenscovino, rappresentante della lista UniSi degli studenti in cda. Le delibere contestate erano due: UniSi attraverso il suo rappresentante si opponeva per il presunto mancato rispetto delle tempistiche sulla documentazione da fornire prima del voto.

L'accusa degli studenti era quella di non avere potuto confrontare efficacemente le due ipotesi di parternariato pubblico-privato e appalto, perché i faldoni (molto corposi) erano arrivati, secondo UniSi, tre ore prima della seduta. Una questione tecnico-procedurale che però avrebbe potuto stoppare tutto.

Invece i giudici amministrativi, respingendo l'istanza cautelare, hanno di fatto dato il via libera alla procedura, anche se il Tar dovrà comunque pronunciarsi nel merito del ricorso di UniSi. La Statale punta a far partire nell'ex area Expo (ora denominata Mind, Milano Innovation District) l'anno accademico 2021-2022, con una spesa di qualcosa come 380 milioni di euro, di cui un centinaio (almeno) dalla "valorizzazione" degli edifici di Città Studi, in buona parte storici (antecedenti al 1930) ma "caratterizzati da frammentazione delle strutture, inefficienze e duplicazioni nell'uso degli spazi", come aveva spiegato l'ex rettore Gianluca Vago.

Nel nuovo campus dovrebbero trovare posto le facoltà di chimica, fisica, matematica, informatica, insieme ai corsi di scienze motorie per un totale di oltre 18 mila studenti. A questi si aggiungono circa 1.800 ricercatori e poco meno di 500 tecnici e amministrativi. L'area sarà vasta circa 150 mila metri quadrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statale, il Tar non sospende le delibere del trasferimento a Expo

MilanoToday è in caricamento