Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità

Università Statale, più di mille posti letto per gli studenti entro il 2023

In programma nuove acquisizioni e riqualificazioni, che dovrebbero portare a 300 posti letto in più, di cui 144 già entro il 2019

Il totale dei posti letto per gli studenti dell'Università Statale salirà a 1.075 entro il 2023. A deciderlo il consiglio di amministrazione dell’Università Statale, che martedì ha approvato un piano organico di sviluppo per le residenze studentesche, che porterà l’Ateneo ad avere 300 posti letto in più entro l’anno accademico 2022-2023, passando da 775 posti a 1075.

Il piano per aumentare gli alloggi destinati agli studenti

La Statale - spiega l’ateneo - ha circa il 20% dei propri iscritti provenienti da altre città, altre regioni o dall’estero (dato 2018-2019) e attualmente l’Ateneo dispone di 775 posti letto distribuiti presso residenze universitarie e appartamenti. Entro il 2023 verranno realizzate nuove acquisizioni ma anche opere di riqualificazione tra gli alloggi già esistenti. 

Nell’anno accademico 2018/2019 delle 1.099 domande inserite in graduatoria per il diritto allo studio sono risultati assegnatari del posto letto 713 studenti mentre sono rimasti esclusi, pur avendo i titoli, 368 studenti. Delle 510 domande ricevute per uso foresteria nel 2018, si sono dovute respingere per mancanza di posti 217 richieste. L'obiettivo dell'ateneo è quindi quello di migliorare il servizio offerto, sia a breve che a lungo termine, aumentando il numero complessivo dei posti letto e riqualificando le residenze esistenti, anche mediante un piano condiviso con Aler.

Nuovi posti letto dal 2019

Ad essere riqualificate saranno le residenze di Santa Sofia, Bassini e Plinio. Nell’ambito della collaborazione con Aler sono inoltre previste: una trattativa per l’acquisizione dell’edificio di Via Attendolo Sforza 8 (mq 6.271 di superficie commerciale per nuovi 140 posti), adiacente al civico 6 già nella disponibilità dell’ateneo; l’affitto da settembre 2019, e per 5 anni accademici, del padiglione centrale del Campus Martinitt, per un totale di nuovi 119 posti letto già disponibili dal prossimo anno. Già entro il 2019 il totale dei posti letto salirà a 919, con 144 nuovi posti ottenuti sommando i 119 del padiglione centrale Martinitt con i 27 della residenza di proprietà dell’ateneo sita in via Canzio, che saranno pronti a settembre. Nell’anno accademico 2020/2021 si arriverà a 935 posti complessivi, a seguito della disponibilità di 90 nuovi posti presso il Campus Martinitt. Mentre nel 2022/2023 si arriverà a 1.075 grazie ai 140 nuovi posti letto che saranno pronti presso la Residenza di Ripamonti 8.

Chi potrà beneficiare degli studentati

A poter fare domanda per un posto letto saranno gli studenti in possesso dei requisiti di merito e reddito richiesti per la concessione della borsa di studio regionale; gli studenti fuori sede, quelli coinvolti in programmi di scambio con l’estero (ne sono previsti 750 per il prossimo anno accademico) e con altre università italiane, e i docenti; gli studenti con protezione internazionale nell’ambito del progetto promosso dal ministero dell’Interno e dalla Crui. Per gli studenti che non rientrano nelle graduatorie per il diritto allo studio, ma che comunque cercano alloggio, l’Ateneo ha in atto inoltre trattative per garantire a condizioni agevolate la disponibilità di 120 camere nella nuova residenza di Via Noe (Città Studi) e di 54 posti nel complesso immobiliare Social Village – Cascina Merlata nell’area di Mind dove sorgerà il nuovo Campus scientifico della Statale. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università Statale, più di mille posti letto per gli studenti entro il 2023

MilanoToday è in caricamento