Lunedì, 27 Settembre 2021
Attualità Loreto / Piazzale Loreto

Milano non dimentica la strage di Piazzale Loreto

L'eccidio nazifascista spezzò la vita di 15 partigiani che furono prelevati da San Vittore e fucilati

Milano non dimentica. Si è tenuta alle 9:30 di martedì 10 agosto, davanti alla stele che ricorda i 15 martiri, la cerimonia di commemorazione dell’eccidio nazista di piazzale Loreto, di cui oggi ricorre il 77esimo anniversario.

Il 10 agosto 1944, infatti, quindici partigiani furono fucilati dai militi del gruppo Oberdan della Legione Autonoma Mobile Ettore Muti della Repubblica Sociale Italiana (la cosiddetta Repubblica di Salò), per ordine del comando di sicurezza nazista, e i loro cadaveri vennero esposti al pubblico.

Due giorni prima dell'eccidio, l'8 agosto 1944, delle persone rimaste ignote compirono un attentato con due ordigni esplosivi contro un camion tedesco parcheggiato in viale Abruzzi a Milano. In quell'attentato non rimase ucciso alcun soldato tedesco ma provocò la morte di sei cittadini milanesi e il ferimento di altri undici. I tedeschi attribuirono il gesto alle milizie della resistenza e per questo all'alba del 10 agosto prelevarono 15 partigiani da San Vittore e li fucilarono. Nel dopoguerra il comandante dei Gap, Giovanni Pesce, negò sempre che quell'attentato potesse essere stato compiuto da qualche unità partigiana.

"Una tragedia per la città"

Il presidente dell'Anpi di Milano, Roberto Cenati, ha ricordato l'eccidio come "uno dei più tragici episodi della storia milanese durante la Resistenza". Il sacrificio dei partigiani trucidati "ci obbliga ad un esame di coscienza, rappresenta per noi un forte richiamo a contrastare il riemergere dei nazionalismi - ha aggiunto Cenati -, il ripresentarsi di movimenti neofascisti e neonazisti, di una preoccupante deriva xenofoba, razzista e antisemita che attraversa anche il nostro stesso Paese". Il presidente dell'Anpi di Milano ha poi ricordato la pandemia "che ha provocato oltre 128.000 decessi nel nostro Paese e oggi c'è chi addirittura fa ignobili e vergognosi paragoni tra Shoah, regime nazista e disposizioni sui vaccini anti Covid".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano non dimentica la strage di Piazzale Loreto

MilanoToday è in caricamento