Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

Tari, Confcommercio e Forza Italia chiedono la riduzione per i negozi rimasti chiusi

A causa della pandemia covid e delle restrizioni

Il bilancio preventivo del Comune di Milano (con 100 mila emendamenti presentati quasi tutti da Fratelli d'Italia) è anche l'occasione per tornare a parlare di Tari, la tassa sui rifiuti, soprattutto per i negozi che, durante la pandemia covid e le relative restrizioni, hanno dovuto sopportare diversi periodi di chiusura. 

Da Confcommercio è arrivato l'appello per una riduzione della Tari nel 2021, proprio per questo motivo. Una proposta fatta propria da Forza Italia: «Accogliamo il giusto appello di Confcommercio», afferma il capogruppo azzurro a Palazzo Marino, Fabrizio De Pasquale: «Già nel 2020 chiedemmo un taglio vero sulla Tari. Abbiamo presentato emendamenti per non farla pagare per le giornate in cui non si sono prodotti rifiuti. Speriamo che la giunta capisca che diminuire le tasse è la strada per salvare l'occupazione e le imprese. Se chiudono le imprese, anche il bilancio del Comune subirà gravi perdite future».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari, Confcommercio e Forza Italia chiedono la riduzione per i negozi rimasti chiusi

MilanoToday è in caricamento