rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

45 mila metri quadrati di occupazione di suolo autorizzati per locali e ristoranti

Si tratta di oltre la metà rispetto alla quantità di metri quadrati occupati da strutture permanenti

Sono 1.364 le attività a cui il Comune di Milano ha concesso l'ampliamento dell'occupazione di suolo con tavoli e sedie. Lo ha riferito Pierfrancesco Maran, assessore all'urbanistica, nel corso della commissione consiliare riunitasi per la delibera, approvata dalla giunta, che consente l'occupazione di suolo pubblico su strade non importanti e con limite di velocità a 50 km/h. 

Gli ampliamenti concessi corrispondono a 45 mila metri quadrati. In tutta la città le occupazioni fisse sono meno di 80 mila metri quadrati, per dare una idea di massima. Le pratiche ricevute sono circa 2.300 e 500 quelle già respinte. Le rimanenti pratiche saranno evase in circa dieci giorni. Diventeranno poi definitive, forse, le nuove concessioni di via Pacini e largo Treves, che si inseriscono in un progetto urbanistico più ampio.

Sono soprattutto due i motivi che hanno portato gli uffici di Palazzo Marino a respingere le pratiche: o si trattava di strade dove non era progettabile il limite di 30 km/h in tempi rapidi, o tecnicamente non avevano i presupposti per essere accolte. L'assessore alla partecipazione Lorenzo Lipparini ha invece annunciato che, dal pomeriggio del 1 luglio 2020, sul geoportale del Comune sarà online la mappa con tutte le autorizzazioni, i metri quadrati occupati e se si tratta di occupazioni su carreggiata, marciapiedi o altro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

45 mila metri quadrati di occupazione di suolo autorizzati per locali e ristoranti

MilanoToday è in caricamento