Attualità Duomo / Via Larga

Ecco il nuovo teatro di Milano

Lavori terminati al Lirico: sarà il teatro Giorgio Gaber. Quando aprirà

Lavori finiti. Il sipario è pronto ad aprirsi. Manca pochissimo, finalmente, perché il teatro Lirico torni alla città di Milano. Ad annunciarlo, sabato pomeriggio, è stato il sindaco Beppe Sala, che ha anche confermato l'intitolazione a Giorgio Gaber. 

"L’attesa è stata più lunga di quanto avremmo voluto - il ritrovamento dell’amianto e il covid non sono stati imprevisti di poco conto -, ma la vista di questo gioiello e il pensiero dei milanesi che torneranno, anche qui, a respirare cultura ripaga degli sforzi di questi anni e riempie di orgoglio", ha spiegato il sindaco, ammettendo indirettamente che il cantiere è andato per le lunghe. 

"Un orgoglio, voglio dirlo, soprattutto nostro: dei nostri ingegneri, dei nostri architetti, dei nostri geometri e di tutti gli uomini e le donne che hanno lavorato senza sosta per restituire il Lirico alla città", ha proseguito Sala.

Lui stesso ha poi svelato quando il Lirico riaprirà, con un open day già in programma: "Questo teatro è un vero tuffo nella storia di Milano, ma oggi è anche una visione di modernità tecnologica e sostenibilità ambientale. E io non vedo l’ora che i cittadini e le cittadine vengano a visitarlo a settembre, in occasione dell'open day che stiamo preparando per loro. Ma più di tutto aspetterò la Prima - ha concluso -, sarà un segnale di rinascita e ripartenza. Per questo luogo, per la cultura, per Milano".

Sotto il post Facebook del sindaco non sono mancati gli apprezzamenti dei grandi della musica italiana, che hanno esultato perché il Lirico porterà il nome di Gaber. "Quando in questi anni recenti passavo davanti al cantiere del Lirico, sempre ogni volta pensavo che presto avrei visto scritto Teatro Lirico Giorgio Gaber e un vortice di pensieri suggestioni e gioia si accendeva nella mia testa. Che a Milano ci sia finalmente il Teatro Gaber, in quella grande strada, mi fa cantare quanto è bella la città", le parole di Jovanotti. 

"Che meraviglia che il Nuovo Teatro Lirico sia intitolato a Giorgio Gaber - gli ha fatto eco Gianni Morandi -. Ho avuto la fortuna di vedere qualche suo spettacolo proprio su questo palcoscenico. Sono sicuro che nessun altro lo avrebbe meritato più di lui".

La storia del Lirico (e del suo cantiere)

I lavori al Lirico sono stati caratterizzati da innumerevoli rinvii, bandi, ricorsi al Tar e alla fine le opere sono costate sedici milioni di euro.

Il gestore risultato vincitore è Stage Entertainment, che gestisce già il Teatro Nazionale. La sala ospiterà 1.517 persone, di cui 798 in patea, 505 in galleria, 120 in prima balconata e 36 in seconda balconata. L'ultima modifica ai lavori è stata apportata a gennaio del 2021 per adeguare la struttura alle nuove norme anti covid.

La prima inaugurazione si sarebbe dovuta effettuare addirittura nel 2017. Tra i vari "ostacoli" il rinvenimento di una grande quantità di amianto, nonché la mancanza di arredi e una battaglia legale prima al Tar - con ricorso vinto dal gestore secondo classificato, Show Bees - e poi al Consiglio di Stato. Il primo "preventivo" parlava di circa otto milioni di euro per i lavori, costati invece praticamente il doppio. Ma adesso Milano finalmente riavrà il suo teatro, nato per il melodramma e inaugurato nel 1779.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il nuovo teatro di Milano

MilanoToday è in caricamento