rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Attualità

Da oggi a Milano vietati i termosifoni, ma non per tutti: chi può tenerli accesi

La stagione termina si è conclusa il 7 aprile. Ma c'è qualche eccezione

Basta caloriferi. Da oggi, sabato 8 aprile, a Milano non sarà più consentito accendere i termosifoni nelle abitazioni private, nonostante all'esterno la temperatura non sia altissima. "Venerdì 7 aprile è l’ultimo giorno della stagione termica iniziata lo scorso 3 novembre. Pertanto a partire da sabato 8 aprile non sarà consentita l’accensione degli impianti di riscaldamento", ha segnalato nelle scorse ore il comune di Milano. 

Però c'è chi ancora può accendere i riscaldamenti. "Fanno eccezione gli edifici adibiti a ospedali, cliniche, case di cura per minori, anziani, fragili, scuole dell’infanzia e asili nido, attività industriali e artigianali con specifiche esigenze tecnologiche o di produzione, impianti adibiti a piscine, saune e simili, sedi delle rappresentanze diplomatiche e di organizzazioni internazionali", si legge in una nota di palazzo Marino. 

Proprio palazzo Marino a ottobre aveva posticipato per due volte l'accensione del riscaldamento, visto che il clima mite lo permetteva. Grazie al ritardo imposto dalle sue delibere, i caloriferi avevano iniziato a funzionare il 3 novembre nelle abitazioni private e nei condomini e il 7 novembre negli uffici pubblici, una decisione presa per cercare di frenare l'emergenza smog.
 
"Con la fine della stagione termica e il conseguente spegnimento degli impianti, l’amministrazione comunale riapre dal lunedì al venerdì le cinque sedi di uffici comunali che, in un’ottica di risparmio energetico, dal 3 novembre scorso, aveva scelto di tenere chiuse per un giorno a settimana, il venerdì. Si tratta delle sedi di via Durando 38, via Bergognone 30, via Pellico 16, via Sile 8 e via Vico 18, in cui lavorano complessivamente circa 2.340 risorse", ha annunciato il comune. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da oggi a Milano vietati i termosifoni, ma non per tutti: chi può tenerli accesi

MilanoToday è in caricamento