La carica degli "eroi" di domani: a Milano è boom di studenti iscritti ai test di Medicina

Numeri "importanti" in Statale e Bicocca: circa 7mila studenti hanno preso parte ai test

La fila in Bicocca

Mascherina, rigorosa distanza dai futuri colleghi e tante, tante speranze. È partita da Milano, giovedì, la corsa di circa 7mila aspiranti medici del domani, i futuri camici bianchi che inizieranno il loro percorso di studi subito dopo la fase più dura dell'emergenza coronavirus

I test si sono svolti in presenza soltanto per gli universitari residenti in città, mentre chiunque avesse messo Milano come prima scelta ha partecipato alle prove nella propria provincia di residenza in pieno rispetto delle norme anti covid. 

"Sono 3.600 gli studenti iscritti, circa 200 in più dell'anno scorso, per 400 posti. C'è stato dunque un aumento di iscritti per medicina, forse dovuto a quanto accaduto quest'anno", ha spiegato il preside della facoltà in Statale, Vincenzo Zuccotti. L'UniMi ha preparato 30 aule tra via Celoria e via Festa del Perdono - riempite soltanto al 25% della capienza - per permettere ai 2mila studenti milanesi di poter prendere parte al test. 

Folla, e tanti sogni, anche in Bicocca, dove il boom di presenze è stato ancora più forte. Sono stati 540 i candidati assegnati alla sede meneghina, di cui 517 che hanno effettivamente popolato la piazza, i corridoi e le aule degli edifici U6 e U7 dell’università. Molte di più le aspiranti matricole dell'ateneo milanese, che sono state in totale 3296: 17 anni il più giovane, 45 il più esperto.

"Rispetto allo scorso anno, sono 1076 in più i candidati che hanno scelto Bicocca come prima preferenza per l’iscrizione ai corsi di laurea in Medicina: un aumento del 48 per cento rispetto al 2019", esultano dall'ateneo. “L’elevato numero di candidati che ha scelto Milano-Bicocca rappresenta un riconoscimento per i nostri oltre vent’anni di lavoro - ha dichiarato Maria Grazia Valsecchi, direttore del dipartimento di Medicina e chirurgia -. Ci fa piacere come università, ma anche come città, questi numeri dimostrano infatti che Milano è ancora attrattiva e che i giovani hanno voglia di muoversi, un quarto delle nostre aspiranti matricole arriva dal Sud del Paese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento