Domenica, 14 Luglio 2024
L'iniziativa / Fiera / Piazza Tre Torri

La Torre PwC a City Life sarà aperta al pubblico

Per due weekend, a novembre e dicembre

Aprirà al pubblico, per la prima volta, la Torre PwC a City Life. Lo segnala l'azienda. L'occasione sarà data dal palinsesto di appuntamenti d'arte "Insieme per la cultura", realizzati insieme ad Accademia Carrara di Bergamo, museo del collezionismo italiano. 

Per due weekend consecutivi, a fine novembre e inizio dicembre 2022, sarà possibile accedere gratuitamente all'interno della Torre firmata da Daniel Libeskind con l'opportunità di salire fino al 27esimo piano, il penultimo. Già da ora, all'interno della Torre, 25 opere della collezione sono ospitate a rotazione in formato digitale in sculture dinamiche di marmo di Carrara e Led nelle due hall di accesso. Tra le opere a rotazione, "San Sebastiano" di Raffaello e poi lavori di Bellini, Tiziano, Lotto e Pelizza da Volpedo.

In autunno, nei giorni di apertura al pubblico, il percorso dei visitatori avrà inizio dalle due hall dove si trovano 64 mq di vere e proprie sculture marmoree di colore bianco che ospitano 64 mq di video Led, ideate dall’architetto Libeskind con lo scopo di creare un dialogo continuo tra PwC e il mondo. Un dialogo in linea con il concept stesso della Torre PwC, un edificio leggermente inclinato in avanti per creare il quale l’architetto si è ispirato alle linee della "Pietà Rondanini," unica opera scultorea di Michelangelo custodita a Milano, facendo così entrare l’architettura in dialogo con le altre due torri protagoniste della piazza.

L'esposizione al 27esimo piano

Pwc Italia e Accademia Carrara stanno lavorando perché in autunno, durante la chiusura del museo per riallestimento, sia possibile il prestito di uno dei capolavori della collezione bergamasca, per esporlo nella Torre al 27esimo piano. "Tra Accademia Carrara e PwC Italia continuano le iniziative tese a esprimere le virtuose potenzialità tra arte e impresa. Un percorso che oggi ci vede collaborare in modalità multimediale alla valorizzazione dello straordinario patrimonio della Carrara, mettendolo in relazione con le idee visionarie di design e architettura di Libeskind, e che ci auguriamo ci troverà impegnati nel prossimo futuro, nell’esposizione in alta quota di un capolavoro che potrà essere ambasciatore a Milano di Bergamo e Brescia Capitale italiana della Cultura 2023, commenta Gianpietro Bonaldi, responsabile operativo Fondazione Accademia Carrara.

"Persone, tecnologia e sostenibilità sono tre elementi fondamentali che guidano quotidianamente le scelte e le azioni di PwC Italia che, nella collaborazione con la Carrara, ha scelto di iniziare il proprio percorso a sostegno della cultura del nostro Paese. Lo abbiamo fatto in un’ottica di restituzione verso le comunità nelle quali operiamo, cogliendo la straordinaria opportunità offertaci da un territorio come Bergamo in cui siamo presenti con un’importante sede", aggiunge Giovanni Andrea Toselli, presidente e ad di PwC Italia.

PwC in governance Accademia Carrara

"L’ingresso di PwC Italia nella governance di Accademia Carrara è importante per diversi aspetti, perché è una grande azienda, perché dà un contributo fattivo e continuo, perché stabilizza e consolida la dimensione istituzionale della nostra Fondazione anche fornendoci risorse per realizzare progetti speciali. Mi riferisco, in modo particolare, al sostegno finalizzato alla realizzazione dei Giardini di PwC, recupero di una zona verde fino a oggi preclusa alla fruizione pubblica, che si colloca su uno dei fianchi della Carrara con delle aperture straordinarie verso i bastioni delle Mura Veneziane di Bergamo e verso Città Alta. Uno spazio che inaugureremo a giugno 2023, per celebrare una volta di più Bergamo e Brescia Capitale della Cultura e per il quale ringraziamo, ancora una volta, PwC Italia", dichiara Giorgio Gori, presidente Fondazione Accademia Carrara e sindaco di Bergamo.

"Allestire opere d’arte in luoghi insoliti, come nel caso della Torre PwC, è una bellissima idea per far conoscere a un pubblico sempre nuovo e diverso il nostro straordinario patrimonio storico-artistico. Un progetto che esprime bene la tendenza alla collaborazione sempre più stretta tra le istituzioni pubbliche e il mondo del privato con l’obiettivo comune di accrescere le occasioni di conoscenza della nostra comunità. Siamo felici di ritrovare in questo progetto la città di Bergamo, con la quale abbiamo comuni radici artistiche e culturali e abbiamo di recente inaugurato una serie di esposizioni, non ultima la tradizionale mostra di Natale a Palazzo Marino, in un’ottica di promozione reciproca", dichiara Tommaso Sacchi, Assessore alla Cultura del Comune di Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Torre PwC a City Life sarà aperta al pubblico
MilanoToday è in caricamento